Coniglio nano

coniglio_nanoConiglio nano Negli ultimi anni il coniglio nano è diventato il terzo animale da compagnia, dopo il cane e il gatto. La tentazione di portare a casa un coniglietto nano di magari solo pochi mesi, che ci guarda con i suoi occhioni grandi e tondi e con un corpo a forma di piccola palla ricoperto di un soffice pelo, è grande.

Ma, prima di tutto, bisogna pensare al suo benessere, considerando anche il fatto che un coniglio nano, se ben tenuto, arriva a vivere oltre dieci anni.


Inoltre, anche se di poche esigenze, questo simpatico animale necessita comunque di spazio e di tempo che dobbiamo dedicargli, bisogna anche conoscerlo in modo più approfondito per essere in grado di gestirlo al meglio, per alimentarlo in modo corretto ed evitare che si ammali.

Il coniglio rappresenta un eccellente animale da compagnia, ha un carattere sociale, pertanto cerca spontaneamente la compagnia delle persone e può stabilire un forte legame affettivo con il proprietario.

E' intelligente e attivo, ama giocare e interagire con le persone che lo accudiscono, purché non rimanga costantemente rinchiuso in una gabbia e abbia la possibilità di uscire regolarmente.
Esistono numerose razze di conigli, che variano notevolmente per taglia, struttura delle orecchie, colorazione, tipo di pelliccia, forma del cranio. Il più piccolo è il nano olandese che pesa meno di un chilogrammo.

coniglio_nanoI conigli sono di natura animali socievoli, gregari e gerarchici. Tramite le ghiandole poste sotto il mento e vicino all'ano marcano il territorio e si riconoscono tramite l'olfatto.

Il coniglio di casa mantiene questo comportamento: marca il territorio con il suo odore, in modo da renderlo familiare, e ricavarne quindi un senso di sicurezza.


I conigli marcano in modo molto efficace anche con l'urina, come i gatti; questa fastidiosa abitudine viene eliminata con la sterilizzazione.

Hanno una vista eccellente, con un campo visivo di quasi 190- per occhio, che permette di vedere in tutte le direzioni senza muovere la testa, con una visione binoculare anteriormente, posteriormente e in alto.

Davanti al naso è invece presente un punto cieco, per cui il coniglio afferra il cibo aiutandosi con il tatto fornito dalle labbra, anziché con la vista. Le orecchie hanno un ruolo importante nella termoregolazione, sono delicate e sensibili, e non devono mai essere utilizzate per afferrare il coniglio.

Utilizzano le orecchie anche per segnalare i loro stati d'animo: attenzione, irritazione, aggressività. In alcune razze nane le orecchie sono piuttosto piccole; le varietà di razze ariete hanno le orecchie pendenti, incapaci di movimento. Tutti i denti del coniglio, sia gli incisivi sia i denti interni, hanno la particolarità di essere a crescita continua, vale a dire che si allungano in modo continuo per tutta la vita.

coniglio_nanoLa loro lunghezza resta in realtà costante perché l'allungamento è controbilanciato dal consumo causato dalla masticazione di alimenti ricchi di fibra, quali erba, fieno, vegetali fibrosi. La cute, protetta dalla folta pelliccia, è molto sottile e delicata, ed è priva di ghiandole sudoripare;
essendo incapace di sudare il coniglio tollera male le alte temperature.

Una dieta corretta è fondamentale per la salute del coniglio, mantenere un peso forma non è solo una questione estetica ma è principalmente una regola per godere di buona salute. Devono avere fieno a disposizione a tutte le ore e si possono lasciare a disposizione verdure fresche.

Frutta e pellet, invece, sono da considerare degli extra da somministrare in base allo stato d'ingrassamento del coniglio. La fibra è indispensabile al benessere del coniglio: stimola la motilità intestinale e favorisce lo sviluppo di una flora batterica benefica che protegge dalle infezioni intestinali.


Dopo l'acquisto fatelo visitare da un Veterinario che stabilirà un piano vaccinale contro la mixomatosi e la malattia emorragica virale.

Photo Gallery