Funghi - Ovulo malefico

fungo_ovulo_maleficoAMANITA MUSCARIA
Ovulo malefico - Non commestibile - Velenoso

Tra tutti i funghi autunnali è certo il più appariscente, quello che attira subito l'attenzione e che ci ricorda che è arrivato l'autunno. Lo potremmo chiamare il fungo delle fate in quanto compare spesso nelle illustrazioni delle fiabe del mondo del bosco e degli gnomi.

Bellissimo nei suoi colori, il cappello si presenta di un rosso vivo, a volte aranciato, macchiettato da vaghe incrostazioni che sembrano soffici fiocchi di neve appena caduti. Come per altre amaniti, alla nascita si presenta di forma ovoidale, con già le evidenti caratteristiche cromatiche sul cappello.

Si tratta, al di là della sua bellezza, di un fungo velenoso, da non raccogliere poiché sicuramente tossico, anche se pare che alcune popolazioni orientali lo consumino polverizzato, mentre altre lo utilizzino come allucinogeno.

È chiamato anche ovulo malefico, in quanto potrebbe essere confuso, da giovane, con l'ovulo buono, dal quale si distingue però in maniera inequivocabile per la carne e il gambo bianchi e le lamelle bianche o crema, diversamente dall'ovulo, nel quale tutte queste parti sono inconfondibilmente giallo oro.

In dialetto è conosciuto come Coch velenùs, Coch bastàrd (generico)

Photo Gallery