Il linguaggio paraverbale

linguaggioIl linguaggio paraverbale E' una modalità importante nell'educazione del nostro cane.

Nell'educazione del cane la nostra voce è il miglior rinforzo e la migliore punizione che abbiamo a disposizione, e siccome le parole sono molto importanti, conta molto come le diciamo.

La comunicazione paraverbale consiste appunto nella modalità con cui usiamo la voce e permette di dare risalto a un concetto rispetto ad un altro attraverso una differente intonazione.

Esiste anche una comunicazione metaverbale che è costituita dalla posizione e dai movimenti del corpo, dalla gestualità delle mani, dalla mimica, dallo sguardo, dal sorriso e dagli atteggiamenti.

Noi esseri umani siamo portati a dare importanza a ciò che diciamo con le parole mentre i cani comunicano moltissimo mediante le posture, questo però non ci deve far perdere di vista l'importanza della comunicazione paraverbale anche nei confronti dei nostri cani. Saper utilizzare correttamente il timbro, il tono, il volume e la velocità della voce, permette di esprimere emozioni e sentimenti, e di rendere più efficace la comunicazione.

Quindi quando parliamo al nostro cane, le parole che usiamo possono avere significati diversi a seconda di come noi utilizziamo la voce, per questo è molto importante abituare il suo orecchio ai mutevoli mi che essa può assumere.

I cani sono gli animali più capaci di decodificare i segnali emessi dall'uomo, questa capacità è da intendersi come una maggiore abilità a comprendere il linguaggio verbale e paraverbale. Se proviamo a fare un complimento al nostro cane con tono minaccioso, lui reagirà sottraendosi, piegando di lato la testa e abbassando le orecchie e la coda, al contrario il peggior insulto o cattiveria detta in modo gioioso e amichevole farà reagire il nostro cane con manifestazioni di contentezza e felicità.

Il cane, al pari dell'uomo, si affida dunque all'interpretazione del linguaggio paraverbale, anche se, come l'uomo, ne è condizionato in minima parte. La comunicazione tra cani e umani va in entrambe le direzioni, cioè da cane a uomo e viceversa, ad esempio il fatto che i cani abbiano una visione armonica dell'abbaio utilizzandolo in modi tanto differenti da esprimere una vasta gamma di emozioni.

Così come sono in grado di esprimere tantissime emozioni attraverso una vasta tipologia di suoni, i cani sono altrettanto bravi nel comprendere la nostra comunicazione paraverbale. Comunicazione che, ripeto, è costituita dal timbro, dal tono, dal volume e dalla velocità con cui utilizziamo la nostra voce e con cui esprimiamo maggiormente le nostre emozioni.

Oltre ai comandi chiari e ripetitivi che insegniamo, dobbiamo parlare moltissimo ai nostri cani, non per comunicare loro attraverso le parole, bensì per stabilire un contatto attraverso il linguaggio paraverbale. molto più semplice insegnare la condotta al guinzaglio attraverso un abile gioco di timbri, toni e volumi, che con cibo o pallina.

Basta, infatti, tenere l'attenzione del nostro amico centrata su di noi, usando correttamente parole di lode, dette in modo gioioso e carico di soddisfazione, e un duro no! di disapprovazione quando sta sbagliando per avere in breve tempo un cane che cammina correttamente al nostro fianco.

La comunicazione paraverbale insieme a quella metaverbale, è una parte integrante del nostro modo di relazionarci con gli altri, umani o cani che siano. Il timbro è l'insieme delle caratteristiche individuali della voce, nasale, gutturale, soffocata, può influire molto su noi stessi e sugli altri.

Il tono è un indicatore dell'intenzione e del senso che si da alla comunicazione, può esprimere apprezzamento o disappunto, entusiasmo o apatia, interesse o noia, coinvolgimento o estraneazione.

Il volume è l'intensità sonora, mentre la velocità è il tempo di emissione della voce.

Detto ciò, si ha la consapevolezza che non può esistere una relazione tra uomo e cane senza una chiara comunicazione, che permetta da un lato di decifrare in maniera univoca gli atteggiamenti fisici del cane associandoli ai suoi stati d'animo, e dall'altro di esplicitare come il cane legge le nostre posture e mimiche del volto.

Photo Gallery