I fuoripasto per cani e gatti

fuoripastoL'abuso di questi prodotti può provocare danni anche gravi.

Gli snack o fuoripasto sono gustose prelibatezze che il mercato del petfood ci propone nelle più disparate varietà e formulazioni, però non possono costituire l'unico cibo che il nostro piccolo amico deve assumere durante la giornata.

Dal punto di vista nutrizionale è considerato un alimento a tutti gli effetti, a differenza delle crocchette e delle scatolette che sono definiti alimenti completi, perché soddisfano pienamente i fabbisogni nutrizionali di un animale.

Ci sono casi di animali che si ostinano a mangiare solamente questi snack, rifiutando la loro pappa bilanciata, si basano sui sensi, scegliendo il prodotto che più soddisfa il loro palato; a questo punto iniziano i digiuni e gli scioperi della fame, specialmente se parliamo di cani o gatti di piccola taglia.

Se un peccato di gola occasionale non provoca nessun problema, un'alimentazione basata sull'abuso di questi prodotti può provocare danni anche gravi all'organismo. Un aspetto che accomuna tutti gli snack è l'estrema appetibilità, questo gratifica i proprietari ma può diventare pericoloso per la salute dei nostri amici.

Infatti, i fuoripasto, sono ricchi di grassi, zuccheri e sali minerali, per cui apportano una notevole quota di energia, per questo ci vuole moderazione e soprattutto bisogna fare attenzione alle dosi, se vogliamo premiare più volte al giorno il nostro amico, offriamogli il suo snack a piccoli pezzetti e lo renderemo ugualmente contento.

E' sbagliato e dannoso somministrare snack per colmare un nostro senso di colpa, ad esempio a causa di una nostra prolungata assenza. Sono stati fatti molti studi che vedono nel cibo fuoripasto, somministrato come sostituto delle attenzioni mancate, una delle cause principali di obesità nei cani, gatti e persino dei roditori domestici; non si tratta di un semplice problema estetico, ma di una patologia vera e propria che, se sottovalutata, può risultare molto grave.

Non per questo gli snack sono da evitare completamente, ci sono delle occasioni in cui possono diventare utili, ad esempio nel cane in addestramento può rappresentare un validissimo premio, utili al caso sono quei bastoncini o quelle barrette essiccate dalla consistenza elastica, che possono essere frammentate in piccoli pezzetti e si possono tenere in tasca.

Per il cane, in commercio, ci sono gli ossi di pelle di bufalo, che apportano pochissime calorie e hanno caratteristiche organolettiche molto apprezzate; è consigliabile la somministrazione di questi snack a stomaco pieno poiché stimolano la produzione in eccesso di saliva. Esistono anche in commercio numerosi tipi di snack che esercitano un'azione detergente e disinfettante del cavo orale, agendo come uno spazzolino naturale che, durante la masticazione, provoca un'azione abrasiva sulle superfici dentali; molto valido nel cane ma non per il gatto che non possiede una grande attitudine a masticare.

Gli snack dentali più recenti contengono sostanze che detergono denti e gengive ed hanno un'azione disinfettante e antibatterica, combattendo placca, tartaro e alitosi.

I poli-fosfati, sono in grado di catturare i sali minerali presenti nella saliva, riducendo la riformazione del tartaro, si tratta di sostanze naturali come l'olio essenziale di eucalipto o rosmarino, efficaci nel contrastare l'alitosi.

Anche per conigli, criceti, porcellini d'India e perfino per gli uccellini da voliera esistono snack appositamente studiati per loro; sono dei bastoncini, a base di semini, frutta secca e cereali pressati e impastati con il miele, oppure sono biscottini all'uovo, yogurt e latte.

Come per i cani e i gatti, anche se di loro gradimento, non bisogna esagerare con le dosi considerando che questi animaletti svolgono pochissima attività fisica; meglio snack salutari a base di frutta e verdure essiccate, in quanto poveri di cereali, zuccheri e grassi.

Photo Gallery