La cura della pelle e del pelo

cura_la_pelleAlimentazione fondamentale per mantenere sano il mantello Un numero sempre più crescente di proprietari si rivolge periodicamente a personale specializzato o acquista prodotti specifici.

Un pelo lucido e una cute sana rispecchiano un ottimo stato di salute dei nostri amici cani e gatti. Anche l'aspetto estetico è importante, ed è questo che spinge un numero sempre crescente di proprietari di pet a rivolgersi periodicamente a personale specializzato oppure ad acquistare prodotti specifici.

Nel corso degli ultimi anni la cura della cute del mantello, è diventata se non una priorità, sicuramente un aspetto molto importante.

Per curare e mantenere sana e bella la pelle e il pelo, al primo posto, va considerata sicuramente l'alimentazione, poiché mangiare correttamente assicura con certezza un aspetto salutare. S

ia la cute che il pelo, infatti, utilizzano principalmente quello che i nostri quattro zampe assumono con gli alimenti, tant'è vero che modificazioni della qualità e della quantità di cibo possono condurre a manifestazioni come mantello scadente, secco, opaco, presenza di dermatiti e predisposizione a infezioni.

Il principale contributo alla salute della cute e del pelo è un corretto apporto di proteine, grassi, vitamine quali A, E, B1, B6 e D, oligoelementi come rame, zinco, iodio e selenio, e infine, acidi grassi. Se gli animali sono alimentati con diete commerciali, complete ed equilibrate, raramente vanno incontro a malattie cutanee causate da carenze alimentari, esclusi i casi di difetti genetici o di patologie intestinali.

Se invece il nostro cane o il nostro gatto viene alimentato con una dieta casalinga, a base di riso, pasta, carne, pesce e altri ingredienti, sarà necessario somministrare degli integrato ri specifici a base di vitamine e acidi grassi, che sono facilmente reperibili in commercio; esistono sotto forma di confetti, compresse, sciroppi e paste, rese appetibili per soddisfare le caratteristiche organolettiche dei nostri amici. In linea generale, oltre all'alimentazione, è fondamentale la pulizia, questo però non significa fare il bagno troppo spesso, anzi è proprio il contrario; è possibile mantenere curato il pelo tramite l'utilizzo regolare di spazzole, soprattutto nei periodi di muta, e l'uso di salviettine detergenti.

Quando si fa il classico bagno meglio evitare l'utilizzo di saponi troppo aggressivi e irritanti, meglio usare shampoo di buona qualità appositamente studiati per loro e facilmente reperibili nei negozi specializzati; ne esistono vari tipi: lenitivi, anti-seborroici, per animali allergici, per cute sensibile e via discorrendo. Le cause dei problemi cutanei sono un argomento molto vasto e complesso, nel corso degli anni sono aumentate le conoscenze e gli strumenti a disposizione dei Medici Veterinari per prevenire e curare queste patologie.

Alcuni dei nemici più temibili sono rappresentati dai parassiti quali gli acari (responsabili della rogna), i funghi (tigna), pulci e pidocchi. Queste patologie provocano perdita di pelo, presenza di croste e scaglie, in pratica dermatiti di vario genere e prurito. Da non sottovalutare le malattie allergiche, quali la dermatite atopica, l'intolleranza alimentare, l'allergia alla puntura di pulce.

L'allergia alimentare è data da una reazione avversa al cibo, in particolare verso una proteina, può colpire oltre alla cute anche l'apparato gastroenterico, quello respiratorio, l'urinario e perfino il sistema nervoso. Alcune malattie della cute correlate alla nutrizione possono essere indotte da carenze, eccessi o squilibri alimentari, allergie e intolleranze; esempi rappresentati dalla dermatosi sensibile allo zinco, quella causata da carenza o eccesso di vitamina A oppure dall'intolleranza o allergia nei confronti di alcune fonti proteiche comuni come il pollo o il manzo.

Molte di queste patologie citate danno un peggioramento delle condizioni del pelo e della cute con intenso prurito; quando si riscontrano alcuni di questi sintomi oppure si manifestano delle lievi modificazioni del mantello, anche solo se accompagnate da un odore particolare che prima non c'era, è necessario rivolgersi al Veterinario, per prevenire, individuare e curare per tempo queste dermatiti.

Photo Gallery