I boli di pelo nel gatto di casa

boli_di_peloI boli di pelo nel gatto di casa Sono accumuli che si formano nello stomaco e nell'intestino.

Un problema che affligge comunemente i nostri gatti di casa è quello dei boli di pelo, chiamati anche tricobezoari, sono accumuli che si formano nello stomaco e nell'intestino.

Il gatto spende molto del suo tempo nella cura del mantello, leccandolo in maniera costante e prolungata, a volte anche spasmodicamente in modo quasi maniacale.

Per il gatto il leccamento del pelo ha diverse funzioni, la principale è quella di mantenere pulito il mantello, regola la temperatura corporea ed ha una valenza sociale per chi ospita in casa diversi gatti, poiché si leccano a vicenda.

La lingua del gatto è molto ruvida ed ha la stessa funzione di una spazzola che intrappola i peli morti e i piccoli nodi di pelo. Tutti questi peli sono ingeriti ed eliminati per via intestinale con le feci; si calcola che ogni gatto elimina dai 30 ai 70 mg di pelo per ogni chilogrammo del suo peso ogni giorno, valori che raggiungono i 100 mg nelle stagioni primavera-estate.

Nei periodi della muta, il gatto perde più pelo del solito e questo può sovraccaricare il lavoro dell'apparato digerente, per questo sono maggiormente predisposti i gatti con pelo molto lungo e folto. A volte è lo stesso apparato gastroenterico ad essere un po' pigro, in altri termini si ha una peristalsi rallentata, che si manifesta più comunemente nei soggetti anziani o molto sedentari, trattenendo le feci e i boli di pelo per un tempo eccessivo, impedendone l'eliminazione.

I gatti casalinghi sedentari compiono le operazioni di toeletta in tempi molto lunghi, inoltre, vivendo ad una temperatura costante per tutto l'anno, sono sottoposti ad ima muta continua e non possono contare sull'effetto lassativo dell'erba e delle piccole prede che stimolano il transito intestinale.

Qualunque sia il motivo, il meccanismo di formazione dei boli di pelo è rappresentato dall'accumulo nella prima parte intestinale e nello stomaco, formando delle masse molto compatte che ostruiscono il tratto digerente evitando al cibo di proseguire e alle feci di essere eliminate.

Quando si verifica un'ostruzione, il gatto tenta di vomitare e spesso ci riesce, solo se i boli sono ancora nello stomaco. Lo spazzolamento periodico è un'abitudine molto utile per prevenire la formazione dei boli di pelo, almeno due volte la settimana, mentre nei periodi di muta o nei gatti a pelo lungo, questa operazione deve diventare quotidiana, abituandolo fin da piccolo e per non incappare in una tigre inferocita nel momento del bisogno.

Per prevenire, dal punto di vista nutrizionale, si può fare molto, l'obiettivo è di evitare che i peli ristagnino a lungo nell'apparato gastroenterico e si agglomerino. Quindi bisogna aumentare la fibra dell'alimento che deve rappresentare almeno il 10-15% della razione, però non tutte le fibre vanno bene e per ottenere l'effetto desiderato, il prodotto ne deve contenere tipi differenti, per esercitare un effetto sinergico e quindi più efficace.

La cellulosa e le fibre non fermentescibili stimolano il tratto intestinale, favorendo l'eliminazione rapida dei boli; le fibre di Psyllium sono ricche di mucillagini (30%), che permettono di assorbire fino a dieci volte il suo peso in acqua, l'effetto che si crea è quello di una spugna, creando un gel viscoso dall'effetto lassativo.

Nei negozi specializzati esistono prodotti specifici per gatti d'appartamento predisposti al problema dei boli, sono mangimi studiati per prevenire e riportano la dicitura "hairball".

Per chi non vuol cambiare la dieta del proprio gatto, esistono in commercio delle paste studiate appositamente, sono composti di un mix sinergico di fibre e oli ad azione lubrificante per l'intestino, sono prodotti molto appetibili e quindi facilmente somministrabili.

Infine, se il gatto vive esclusivamente in casa, molto utile è l'erba gatta, che si può trovare già pronta in vaschette nei negozi per animali oppure si possono acquistare le bustine di semini e farla crescere dove si vuole.

Photo Gallery