Ospiti sgraditi interni ed esterni

ospiti_sgraditiOspiti sgraditi interni ed esterni Con il caldo tendono ad aumentare le parassitosi in cani e gatti.

Con l'arrivo della bella stagione si intensificano le opportunità di fare passeggiate all'aria aperta, ma le uscite possono portare a casa ospiti sgraditi, tra questi il rinvenimento di parassiti sul mantello dell'animale una volta rientrati a casa.

In questa stagione, infatti, tendono ad aumentare le parassitosi nei nostri cani e gatti, poiché l'incremento delle temperature e dell'umidità, favorisce il moltiplicarsi della maggior parte dei parassiti.

Innanzi tutto esistono due tipi di parassitosi: quelle interne che comprendono le verminosi intestinali, la filariosi, la leishmaniosi e quelle esterne che includono pulci, zecche, acari e pidocchi.

Pulci e zecche possono veicolare parassiti interni, ad esempio la pulce trasmette la tenia nel cane e nel gatto, la zecca può causare malattie gravi quali la borreliosi o l'ehrlichiosi.

Gli acari sono parassiti esterni responsabili delle rogne: auricolare, demodettica, notoedrica, sarcoptica e della cheyletielliosi. Oltre ai parassiti esterni, le passeggiate e il contatto indiretto tra cani e gatti possono causare l'ingestione di uova o larve di parassiti gastroenterici; le più diffuse infestazioni sono causate da vermi Platelminti che hanno il corpo appiattito e da Nematodi che sono vermi tondi.

Tra i vermi piatti più diffusi ci sono i Cestodi (Tenia), mentre tra i Nematodi i più comuni sono gli Ascaridi, Ancilostomi e i Tricuridi. Per ogni tipo di parassitosi esistono in commercio prodotti specifici che possono prevenire o, nel caso, debellare il problema.

Per pulci e zecche esistono molti tipi di repellenti o antiparassitari, alcuni sono in formulazione spray, altri in spot on, per via orale o iniettabili; la formula zione spot on è di più facile utilizzo, però non bisogna lavare l'animale da trattare nei due-tre giorni precedenti e successivi all'applicazione del prodotto.

Alcuni prodotti eliminano i parassiti adulti, altri uccidono sia gli adulti sia le forme larvali garantendo una più profonda azione di eradicazione della parassitosi; le pulci adulte vivono direttamente sull'animale, mentre le uova e le forme immature si annidano nella casa ed è più difficile eliminarle.

Diventa quindi importante intervenire con prodotti che agiscano su tutto il ciclo vitale dei parassiti, sterilizzando completamente l'ambiente e impedendo la reinfestazione.

Se nell'appartamento convivono più animali è necessario trattare sempre tutti; pulci e zecche si trasmettono, infatti, attraverso la frequentazione di ambienti infestati da forme immature per quanto riguarda le pulci e da adulti in attesa di ospite, ad esempio nei prati, per quanto riguarda le zecche.

Esistono prodotti specifici per il trattamento delle varie forme di rogna che, se prese per tempo, possono risolversi molto velocemente e con poco danno all'animale; la rogna demodettica, che è detta anche rogna rossa, si trasmette dalla madre al cucciolo, si può curare ma spesso è impossibile debellarla completamente.

Bisogna tenere presente che alcune sostanze con indicazione per il cane sono, talvolta, anche letali per il gatto, ad esempio è il caso di alcuni antipulci a base di pire troidi; altri prodotti vanno bene solo nell'adulto e possono causare danni gravissimi nei cuccioli.

Infine, per quanto riguarda le verminosi intestinali del cane e del gatto, si eseguono trattamenti antiparassitari con farmaci, sia ad ampio spettro sia specifici, a cadenza periodica, soprattutto nel caso di femmine gravide e nei cuccioli.

Un esame delle feci da farsi periodicamente presso il proprio Medico Veterinario, può aiutarci a scoprire infestazioni silenti e permette di intervenire prima che il parassita e le sue larve creino danni ai nostri animali.

Photo Gallery