Educare il gatto alla lettiera

gatto_lettieraEducare il gatto alla lettiera Terriccio e segatura sono fra i substrati rispettosi per l'ambiente.

I micini imparano presto, intorno alle tre-quattro settimane, per imitazione del comportamento materno e nascondere i propri bisogni.

Fin dai tempi antichi si tenevano puliti gli ambienti frequentati dagli animali domestici tramite un sottile strato di materiale assorbente, che generalmente veniva sparso sulla superficie dei pavimenti delle stalle o dei ricoveri del pollame o degli altri animali da cortile.

Anche le lettiere che usiamo per i nostri animali domestici si basano su un concetto molto simile, furono inventate negli anni Quaranta da un geniale americano che, per risolvere il problema-bisogni, mise a disposizione del proprio gatto uno strato di granelli di argilla essiccata.

Fu un'invenzione davvero fortunata, da allora le lettiere sono diventate un segmento importante nel mercato degli accessori per i nostri pet. Quando si decide di portare un nuovo gatto a casa, adulto o cucciolo, bisognerà adottare alcuni accorgimenti per quanto riguarda l'educazione ad un uso corretto della lettiera igienica.

I gattini imparano presto, intorno alle tre-quattro settimane, a sporcare nella lettiera, sia per imitazione del comportamento materno, sia perché naturalmente i gatti cercano terreno fresco o sabbia per nascondere i propri bisogni; nel cane al contrario questo comportamento non è per nulla naturale, e le passeggiate fuori casa per espletare i bisogni corporali sono d'obbligo.

gatto_lettieraSe dopo un primo approccio con la lettiera, il gattino non la usa, non sgridatelo, sarebbe controproducente, e dopo aver pulito perfettamente dove ha sporcato per cancellare qualsiasi traccia di odore, a diverse ore del giorno rimettetelo dentro la lettiera con garbo, presto imparerà ad usarla; pulite bene il punto della casa dove ha sporcato, il gatto tende a tornare dove ha già sporcato una volta.

Se sono presenti più gatti nell'ambiente, sarà molto utile che ciascun gatto abbia la sua lettiera, i gatti odiano in genere usare le lettiere di altri loro simili.

La lettiera andrebbe posizionata in posto quieto, silenzioso, lontano da occhi indiscreti, evitare di porla in prossimità delle ciotole del cibo, il vostro gatto ci tiene all'igiene e alla pulizia.

Uno dei ritrovati più avanzati è la lettiera autopulente, che riesce a lavare, disinfettare e asciugare automaticamente i sassolini, in modo da garantire un ambiente sempre pulito, senza bisogno di alcun intervento da parte del padrone; il prezzo, ovviamente, è molto più alto rispetto alla classica vaschetta di materiale plastico riempita di substrato.

Sempre fra i più recenti ritrovati ci sono anche le pattumiere antiodore, che permettono di raccogliere lo sporco per un periodo di più giorni, funzionano grazie a delle cartucce speciali che hanno una pellicola in plastica a sette strati e possono trattenere più del 99% dei cattivi odori per molte settimane.

La sabbiolina che comunemente viene usata per i nostri animali è un composto di speciali argille dalle proprietà assorbenti che drenano le deiezioni; esistono anche i substrati agglomeranti, che formano una palla attorno allo sporco.

gatto_lettieraPer quanto riguarda i cattivi odori, oltre alle soluzioni chimiche ci sono molti rimedi casalinghi, ad esempio il bicarbonato serve a deodorare le lettiere poiché neutralizza gli acidi urici, non è tossico e quindi può essere usato ogni volta che si sprigionano odori allarmanti, due cucchiai di prodotto per litro formano un ottimo preparato antiodore, ideale per sciacquare la cassetta.

Per scegliere una buona lettiera dobbiamo valutare caratteristiche come pH, granulometria e densità, che sono riportate sulla confezione; una lettiera di buona qualità deve assorbire una quantità di liquido pari al proprio peso.

Negli ultimi anni sono arrivate sul mercato le eco-lettiere, che rispettano l'ambiente, fra i materiali più gettonati c'è l'argilla non trattata, un materiale naturale che garantisce buone condizioni igieniche e si smaltisce con la raccolta indifferenziata.

Il terriccio e la segatura sono fra i substrati più rispettosi per l'ambiente, ma sono di difficile gestione e non garantiscono una perfetta igiene degli ambienti.

Una volta scelto il prodotto è importante capire dove collocare la cassetta con la lettiera, va posizionata in un posto tranquillo, ma sempre all'interno dell'universo-casa.

Photo Gallery