Schipperke

SchipperkeSchipperke E' un grazioso piccolo cane, di nazionalità belga, dalla fisionomia caratteristica conosciuto nei paesi fiamminghi fin dal 1600, anche se le sue origini si disperdono in epoche remote.

La particolarità di questa razza è la totale assenza di coda.
La razza venne riconosciuta nel 1882, anno in cui un gruppo non molto numeroso di esemplari furono presentati all'esposizione di Spa, il nome Schipperke sembra che derivi dalla parola skipper che significa battello o secondo alcuni potrebbe derivare da sheepperke, che significherebbe piccolo pastore.

Fu allevato per molto tempo dai battellieri che popolavano numerosi i fiumi e i canali di Fiandria e del Bramante come ottimo guardiano e gran cacciatore di topi.

schipperkeE' un guardiano infaticabile, sempre attivo, attento, agile, dorme pochissimo, osserva quanto succede nella casa ispezionando continuamente tutte le stanze e se trova qualcosa di insolito, avvisa il padrone abbaiando con voce acuta; conosce le usanze della casa, s'interessa a tutto e finisce per persuadersi che è lui quello che la dirige.

La fedeltà per il suo padrone è inalterabile nel tempo, si pone con molta dolcezza con i bambini, ma guai a quell'estraneo che tenta di mettere mano o su una cosa o su una persona di casa.

Lo Schipperke è anche un ottimo cane da scuderia, ama i cavalli ed è un eccellente cavaliere, in quanto grande è la sua gioia nel poter montare sulla groppa dei cavalli usati per il traino delle chiatte.
Schipperke
Il suo standard non indica l'altezza al garrese, vengono suddivisi in tre categorie in base al peso: piccola taglia (3-4 Kg.), media (4-5 Kg.) e grande (5-9 Kg.).

Cane molto ben costruito e armonico, nonostante la coda assente, ha un pelo molto folto e di colore nero, ha un torace largo sul davanti e la sua testa è tipicamente lupoide con orecchie erette e rivolte in avanti.

Abbastanza diffuso in Francia, Belgio e Olanda, piace perché possiede un'attrattiva sua propria, per la conformazione anatomica, per il carattere allegro e un tantino petulante, per il suo nerissimo mantello, per il caratteristico jabot e per l'assenza della coda.

Photo Gallery