Epagneul Nano Continentale

Epagneul_NanoEpagneul Nano Continentale Cane di origine franco-belga, è stato complemento indispensabile nei salotti settecenteschi, raffigurato nelle famose tele di Tiziano, del Veronese, di Jacopo da Empoli, di Van Dyck, di Rubens, di Jean Steen, del Bachelier e di tanti altri.

La razza è divisa in due varietà che si differenziano per la posizione delle orecchie: la prima, a orecchie diritte, detta Papillon e la seconda a orecchie pendenti detta Phalène. E' un cane di piccola taglia (massimo 28 centimetri al garrese), di struttura normale e armoniosa, a pelo lungo, con muso moderatamente lungo e più corto del cranio, d'aspetto vivace, grazioso e robusto, d'andatura fiera, agevole ed elegante, con il corpo leggermente più lungo che alto.

Possiede un mantello di peli sericei, abbondanti, piatti e brillanti, privo di sottopelo, tutti i colori sono ammessi dallo standard. E' un cane di grande sensibilità e costantemente affettuoso con il proprio padrone, è una razza molto calma, paziente e dolce allo stesso tempo, adatta alla vita in appartamento.

Epagneul_NanoÈ molto geloso delle persone che conosce, con gli estranei è un po' diffidente e cerca sempre di mantenere le distanze; nonostante la sua apparente fragilità è molto resistente e si ammala molto di rado, ha sempre una voglia innata di correre e di muoversi.

Il peso varia dai 1,5 ai 4,5 chilogrammi. E 'un eterno curioso che mette il muso ovunque e che controlla tutto dalla foglia morta che si muove, all'insetto che cammina, al minimo rumore, queste doti ne fanno un ottimo compagno di casa, che coabita perfettamente con altri animali domestici, ma anche un eccellente cane da agility grazie alla sua notevole intelligenza e alla grande capacità d'apprendimento.

A dispetto della taglia e dell'aspetto, la razza è resistente alle intemperie e generalmente non presenta particolari problemi di salute, è cane adatto agli sforzi fisici e tutto sommato un discreto atleta.

L'Epagneul nano continentale è ben allevato in molti paesi europei, anche se la sua diffusione si scontra con la difficoltà della razza a concepire cuccioli.

Photo Gallery