Animali vari - Iguana

iguanaIguana Questi splendidi rettili, comunemente venduti nei negozi sotto forma di simpatiche lucertolone, sono destinati a diventare di grosse dimensioni Prima di adottarli si deve tener conto degli spazi La prima cosa che bisogna dire a tutti quelli che vorrebbero adottare un'iguana è... di pensarci bene.

Questi splendidi animali, comunemente venduti nei negozi sotto forma di simpatiche lucertolone, in realtà sono destinati a diventare rettili di grosse dimensioni.


In natura possono raggiungere anche i 2,5 metri, mentre in cattività in genere crescono fino ai 1,50 metri. Ospitare un'iguana non è affatto un impegno a breve termine in quanto, questi sauri, se allevati nelle condizioni giuste arrivano tranquillamente a quindici anni di età. Considerata la mole che potrà raggiungere una volta adulto, la prima cosa cui dovremo pensare sono gli spazi.

iguanaUn'iguana ha bisogno di un terrario di tutto rispetto, che dovrà essere grande non meno di 200-300 cm di lunghezza, 150 cm di larghezza, 180-200 cm di altezza e che presenti caratteristiche simili al loro ambiente naturale.

L'altezza del nostro terrario è un parametro molto importante, infatti questi rettili devono avere la possibilità di arrampicarsi. Però i parametri più importanti di cui dovete tenere conto, per crescere la vostra iguana, sono l'umidità e la temperatura.


L'umidità dovrà essere sempre molto alta (70-80%) ; il sistema più economico per raggiungere lo scopo è spruzzare ogni giorno, nel terrario, nebulizzazioni di acqua tiepida. L'umidità è un fattore molto importante quando il nostro ospite sta effettuando il processo di ecdisi, meglio conosciuta come muta, è il processo in cui il rettile rinnova lo strato di pelle (epidermide).

Il riscaldamento può essere ottenuto con delle lampade in modo da creare temperature che oscillano dai 25 ai 34 gradi. Le iguane sono degli animali ectotermici che hanno capacità di termoregolarsi, di conseguenza si dovranno creare delle zone più calde e delle zone più fredde all'interno del terrario.

Per la notte bisogna mantenere caldo l'ambiente senza scendere sotto i 21 gradi utilizzando lampade a raggi infrarossi o quelle notturne a bulbo blu.

Obbligatorio per la salute dell'animale è l'uso di neon UVB-UVA. I raggi che questi neon emettono permettono all'animale di assimilare e fissare la D3: speciale vitamina calcio-fissatrice utile alla giusta crescita delle ossa.

Allo stato adulto possiedono una caratteristica cresta sul dorso, molto più evidente nei maschi che nelle femmine, la testa delle femmine è arrotondata mentre quella dei maschi triangolare.

iguanaIl nome scientifico dell'iguana più diffusa in Italia è Iguana iguana, che proviene dalle farm (centro e sud America) che sono dei grandi capannoni dove sono portate le uova, trovate deposte nelle foreste, e una volta schiuse sono spedite nei vari paesi europei.

Qualche esemplare maschio manifesta aggressività da non sottovalutare, le iguane usano come mezzo di attacco o di difesa la loro lunga coda, e se costrette mordono. Si nutrono in prevalenza di erbe, verdure e ortaggi, ma anche di fiori e frutta.

E' tuttavia importante evitare di dare insetti o proteine animali alle iguane in cattività perché possono portare a seri problemi di salute.

Quindi, la dieta ideale, dovrebbe comprendere erba medica (anche sotto forma di pellet), verdure come insalata rossa, rucola, cime di rapa, cicoria, lattuga romana, invidia, scarola e bietole; ortaggi tipo carote, zucchine, piselli, peperoni, fagiolini e asparagi. In minor quantità anche fiori e frutta, in particolare mele, fragole, banane, fiori di ibisco, di zucca, pere, uva e kiwi.

Saltuariamente si possono somministrare vegetali come cavoli o spinaci, però con attenzione poiché queste verdure sono ricche di ossalati che potrebbero inibire l'assorbimento del calcio.

Photo Gallery