La cocorita

cocoritaLa cocorita, uccello socievole Originaria dell'Australia è detta anche pappagallino ondulato. Essenzialmente granivora, è molto intelligente e può ripetere le parole anche se la sua pronuncia non è molto chiara.

La cocorita, detto anche pappagallino ondulato, è il pappagallo più comune in cattività, di piccola taglia è originaria dell'Australia in cui si trova nelle pianure erbose a clima arido e vive in stormi di alcune decine di individui.

È un uccello molto attivo che volando copre ampie distanze alla ricerca di cibo e acqua, è una specie nomade e si sposta in base alla disponibilità di alimento e alle condizioni climatiche più favorevoli.

Essendo adattata a un clima arido, la cocorita ricava la maggior parte dell'acqua di cui ha bisogno dal cibo, è un uccello principalmente granivoro.

La sua domesticazione risale all'inizio del 1800, la riproduzione ha permesso di selezionare un centinaio circa di variazioni di colore, rispetto al tipo ancestrale prevalentemente verde intenso con barrature brune che richiamano le onde.

Nei soggetti molto giovani le barrature ricoprono tutta la fronte e giungono fino alle narici, mentre negli adulti la fronte è senza barrature; le giovani cocorite sono anche riconoscibili per il colore nero dell'iride, che è cerchiato di bianco negli adulti.

La selezione in cattività ha permesso di creare tante mutazioni di colore, che oggi abbiamo a disposizione: azzurre, viola, gialle, bianche, pezzate e opaline che sono quelle prive di barrature sulla testa e schiena.
Le cocorite sono animali molto socievoli tanto che più coppie possono essere ospitate nella stessa voliera, che deve essere sufficientemente ampia a sviluppo orizzontale, meglio evitare le gabbie rotonde a sviluppo verticale.

Le cocorite sono essenzialmente granivore e possono essere alimentate con miscele di semi integrate con frutta, pastoncino e polivitaminici; in commercio esistono prodotti già bilanciati come pellets ed estrusi specifici.

Il sesso della cocorita si può riconoscere molto facilmente, infatti, la pelle circostante le narici nella parte superiore del becco, è detta cera ed è di colore blu nel maschio e marrone nella femmina che diventa rugosa nel periodo riproduttivo, mentre nei giovani è rosacea.

La lunghezza complessiva della cocorita, dalla testa alla coda, è di circa 18 cm e il peso di 30-40 grammi; raggiungono la maturità sessuale anche a 5-6 mesi, tuttavia, per un migliore sviluppo dell'organismo, è consigliabile la riproduzione ad un anno di vita.

La femmina depone in media 5 o 6 uova per covata, ma non sono rari i casi di covate più numerose, vengono deposte a giorni alterni e può iniziare a covare fin dal primo giorno di deposizione; in conseguenza i piccoli non nascono contemporaneamente e la differenza di età tra il primo nato e l'ultimo può essere di vari giorni.

In tutto il periodo in cui nutre i piccoli la femmina deve avere a disposizione cibo in abbondanza; le giovani cocorite iniziano ad uscire dal nido a circa 4-5 settimane e verso la settima sono in grado di alimentarsi da sole.

Quando si è certi che siano in grado di badare a se stesse, conviene allontanarle dai genitori perche questi potrebbero maltrattarle, specie nel caso in cui volessero iniziare una nuova deposizione.

La cocorita è un pappagallino molto intelligente, socievole e attivo, può imparare a ripetere le parole, anche se la sua pronuncia non è molto chiara. Essendo un animale sociale, abituato a vivere in gruppi, è preferibile tenerlo in coppia, a meno che non gli si possa dedicare molto tempo per fargli compagnia.

La vita media delle cocorite in cattività allevate in condizioni ottimali è di 10-15 anni, ma possono superare i 20, la longevità è determinata dalla corretta alimentazione, dalla possibilità di fare esercizio, dalle condizioni generali di salute ma anche dalla genetica, infatti, alcune variazioni di colore hanno un'aspettativa di vita molto più ridotta.

Photo Gallery