Uno scoiattolo in famiglia

citello_scoiattolo Il Citello è un roditore dall'aspetto simile al Cane delle praterie.

Il Citello è uno scoiattolo diurno dell'Europa dell'est che abita negli ambienti aperti ed erbosi delle praterie, vive in profonde tane sotterranee che scava, dove trova rifugio dai predatori, alleva i piccoli e trascorre i periodi freddi.

E' un roditore dal corpo tozzo con brevi zampe e una pelliccia marrone grigia, più chiara sul ventre; possiede denti incisivi lunghi e affilati, a crescita continua, che mantiene della corretta lunghezza consumandoli costantemente.

L'aspetto è molto simile al Cane delle praterie, con una taglia molto più ridotta. I Citelli adulti raggiungono una lunghezza di circa 20 centimetri e un peso di 200-400 grammi.

Questi mammiferi vengono spesso venduti nei negozi come piccolo Cane delle praterie oppure come cuccioli anche se appartengono ad un genere completamente diverso.

Questo accade perché sono state chiuse le importazioni di Cani della prateria dall'America a causa del Virus delle scimmie e dato che la richiesta di cani della prateria è elevata, sono diventati introvabili, quindi i Citelli sono venduti sotto falso nome; nonostante ciò la fisiologia e le modalità di allevamento delle due specie sono molto simili.

Oltre che per la taglia ridotta, il Citello si distingue dal Cane della prateria per il colore che tende al grigiastro e per la coda che è di colore scuro per tutta la sua lunghezza. Sono animali che vengono addomesticati purché vengano maneggiati spesso durante le prime settimane di vita.

La gabbia, per allevare il Citello, deve avere il fondo pieno, non a grata, ricoperto da uno strato abbondante di fieno dal quale ricavano un nido; l'ambiente ideale deve essere integrato da scatole-rifugio, tubi in pvc e rotoli di cartone, con aggiunta di oggetti da rodere, tipo rami o giochi di legno non tossico.

Molto importante non tenere la gabbia in un ambiente eccessivamente caldo, poiché questi roditori sopportano meglio le temperature basse che alte, la gradazione ottimale è 20-22 gradi. Frequentemente però, il Citello, deve essere fatto uscire dalla gabbia, in un ambiente reso sicuro per la sua incolumità e in cui non possa causare danni; bisogna escludere dalla sua portata fili elettrici, sostanze dannose quali piante tossiche, medicinali, sigarette, piastrine insetticide e oggetti fragili.

Il Citello non è un animale, particolarmente sociale, tuttavia è possibile tenere insieme una coppia anche perché le gravidanze in cattività sono molto rare, si possono tenere anche due maschi insieme, ma non due maschi in presenza di una femmina perché questi lotterebbero tra loro per il predominio.

Raggiunge la maturità sessuale intorno all'anno di vita e l'accoppiamento avviene solo una volta all'anno in primavera; il periodo di gestazione è di 25-26 giorni con la nascita di 2-9 cuccioli per parto, con una media di 5-8.

Alla nascita i Citellini sono abbastanza immaturi, privi di pelo, con occhi e orecchie chiuse, lo svezzamento avviene a circa 30 giorni. La dieta deve essere strettamente vegetariana, principalmente basata su fieno e verdure, prodotti che devono essere freschi e di ottima qualità, comunque sempre a disposizione; l'integrazione alimentare viene fatta con carote, radicchio, coste, sedano e con piccole quantità occasionali di frutta fresca.

I Citelli allevati in casa, a causa della vita sedentaria, tendono ad ingrassare, con conseguenze dannose per la salute, quindi si devono evitare cibi grassi e ricchi di carboidrati quali miscele di semi, mais, cereali, carrube, fioccati contenuti nei mangimi commerciali per roditori, snack quali bastoncini di semi e melassa, barrette dio cereali, caramellino allo yogurt, frutta secca, carboidrati in genere quali biscotti, grissini e pane, avocado, patate, pomodori e melanzane, dolciumi e cioccolato, ogni alimento di origine animale comprese crocchette per cani e gatti.

I Citelli non hanno bisogno di vaccinazioni e se alimentati correttamente non hanno grossi problemi di salute, è comunque importante portarli dal Veterinario tutte le volte in cui presentano disturbi come mancanza di appetito, diarrea, dimagrimento, tumefazioni, respiro affannoso e scolo dagli occhi e dal naso.

Photo Gallery