Coniglio e fieno Alimentazione adeguata

ConiglioLa fibra sviluppa nell'intestino i batteri benefici e ostacola la crescita di quelli dannosi, responsabili di gravi disturbi. i carboidrati, invece, aumentano l'eccesso di batteri Pericolosi.

Possiamo fare davvero molte cose per garantire ai nostri conigli una vita lunga e sana.

La più importante è rappresentata da un'alimentazione corretta, dove il fieno è la base di una dieta adeguata, e l'alimento principale che non deve mai mancare.

Per funzionare correttamente l'intestino del coniglio ha bisogno di ricevere materiale fibroso, in grado di stimolarne la motilità. Il fieno e in gratto di fornire la giusta quantità di fibra che mantiene in attività l'intestino, in modo da prevenire problematiche che Si verificano quando si somministrano alimenti contenenti semi e cereali controindicati nel coniglio.

La fibra favorisce lo sviluppo nell'intestino dei batteri benefici e ostacolala crescita di quelli dannosi, responsabili di gravi disturbi. Al contrario, i carboidrati sviluppano un eccesso di batteri pericolosi, per cui se un coniglio presenta disturbi intestinali, la cura migliore consiste nel tenerlo per qualche tempo a solo fieno, per riequilibrare la flora intestinale e correggerne la motilità.

La dentatura del coniglio è altamente specializzata per macinare grandi quantità di alimento; per sostenere l'usura determinata da questo consumo, i denti dei conigli sono a continua crescita.
Somministrando alimenti troppo calorici o raffinati, come i mangimi a base di semi o cereali oppure frutta e verdura tenere, i denti non si consumano o crescono deformi, provocando gravi problemi come mal occlusione e ascessi dentali. Con il fieno, grazie ai microcristalli di silice racchiusi in esso, i denti lavorano a lungo e si mantengono sani.

Il fieno può sembrare un alimento povero e poco nutriente, in realtà in grado di fornire tutti gli elementi nutritivi di cui un coniglio da compagnia ha bisogno. Il fieno contiene la giusta quantità di proteine e sostanze minerali, la flora intestinale ricava dalla fibra sostanze nutritive come vitamine, aminoacidi e acidi grassi, che in buona parte sono assorbite direttamente dall'intestino e in parte assunti tramite il ciecotrofo, in altre parole feci particolari ricche di sostanze nutritive.

Il fieno, essendo un alimento povero di calorie, deve essere consumato in grandi quantità, richiedendo molto tempo per essere masticato ed essere a disposizione del ore al giorno. Si consiglia di alternare vari tipi di fieno, per garantire una maggiore varietà indispensabile in qualsiasi dieta equilibrata. Il fieno è anche un ottimo Ponilo per la gabbia, uno strato abbondante e sempre pulito rappresenta il materiale più adatto per la salute dei piedi del coniglio.

E' un alimento facilmente reperibile in tutti i negozi per animali, importante che siano freschi e ben conservati. Un buon fieno deve essere profumato, morbido, senza steli rigidi che possono ferire gli occhi e la bocca, non polveroso o frantumato. Particolarmente pericolose sono le muffe, con potenziale rischio di tossine dannose. Sono adeguati i fieni di avena, di fleolo, di erba mazzolina e di prato polifita.

In commercio si trovano fieni arricchiti con erbe profumate come camomilla,fiori di trifoglio, verbena, un'interessante variazione della dieta.

Photo Gallery