Combattere gli insetti

LE FORMICHE. — Per liberarsi dalle formiche, in varie parti della Svizzera si usa collocare nei luoghi infestati da esse una certa quantità di foglie di pomodoro. Si può liberarsene facilmente anche gettando su un formicaio una forte decozione di foglie di noce che fa morire le formiche, oppure mettendo accanto al formicaio dei fondi di caffè che le fanno scappare.

Nelle abitazioni un buon metodo è quello di spruzzare con un polverizzatore del petrolio sia per terra che nelle fessure. Ma ora sono molto diffusi e perfezionati i moderni insetticidi sia per le formiche come per le mosche.

CONTRO LE MOSCHE. — E' risaputo che le mosche sono uno dei veicoli più pericolosi per la diffusione delle malattie infettive, e non sarà quindi mai abbastanza raccomandata la lotta ad oltranza per distruggere quanti più ci è possibile di questi malefici insetti. Per riuscirvi è necessario incominciare al primo apparire di essi, nelle solive giornate di aprile, finché sono ancora in pochi, e innanzi che depongano le loro miriadi di uova, impedendo così che domani divengano legione.

Nelle case di campagna, ove per la vicinanza delle stalle, letamai, ecc., le mosche sono più numerose e più difficile ne è la distruzione, sarà bene munire le finestre, specialmente quelle della cucina, di reti metalliche finissime, che, pur impedendone l'accesso, non tolgono aria e luce. E' molto importante aver cura che le mosche non si posino sulle labbra dei bambini piccoli, dormienti nelle loro culle, perché possono deporvi dei germi infetti. Nelle camere si possono allontanare lasciando per qualche ora la camera al buio, e poi aprendo un piccolo spiraglio dal quale si allontaneranno seguendo la luce.

CONTRO LE TARME. — Un buon mezzo di premunirsi contro le tarme è l'uso della naftalina, ma è stato riconosciuto che preserva i tessuti molto imperfettamente e che inoltre costituisce un veleno lento, ma pericoloso per l'organismo. La polvere di piretro, la canfora, il pepe sono altrettanti rimedi. Prendete un sacco custodia di carta celeste e ponetevi la pelliccia o l'abito di lana con relativo attaccapanni dopo aver ben scosso, battuto e spazzolato.

Si leghi il sacco custodia con apposito nastro, lasciando fuori il gancio dell'attaccapanni e lo si appenda in guardaroba. Le farfalle così non possono introdursi nel sacco, dato che la carta non può essere da loro forata e gli indumenti saranno fuori pericolo. Con questo sistema si ha il vantaggio di avere l'abito sempre pronto all'uso senza odori e sempre ben stirato.

SCARAFAGGI. — Per gli scarafaggi che infestano certe case bisogna pensare a combatterli. Prima di tutto bisogna avere molta pulizia e si deve cercare di non lasciare la spazzatura in casa, specialmente nella notte. Se c'è qualche buchino nel muro e specialmente vicino al lavatoio ci si affretti a chiuderlo con gesso. Se ciò non bastasse, si potrà fare un impasto di farina bianca, zucchero, di cui gli scarafaggi sono molto ghiotti, ed acido tannico. Si metterà la sera in vari punti della cucina.

Gli animaletti nella notte lo mangeranno e poi moriranno propagando 1' avvelenamento anche ai compagni. Un altro metodo di distruggere gli scarafaggi senza avvelenarli è di prendere un catino, mettervi una metà di acqua e in mezzo un recipiente non troppo grosso, con del pane inzuppato nel vino, o nell'aceto che è una grande ghiottoneria per loro. Fuori del catino vi si metteranno due o tre assicelle, pendenti, che servano da scaletta. Gli scarafaggi, attirati dall'odore del vino, vi sali ranno, scivoleranno lungo le pareti del catino internamente e andranno a finire in acqua annegando.

PER DISTRUGGERE IL TARLO DEI MOBILI. — Si faccia sciogliere, in un quinto di alcool da ardere, una pastiglia di sublimato corrosivo. Si prenda una siringa vecchia e si spruzzi il miscuglio nei buchi. Se non si vuole adoperare l'alcool e il sublimato, si potrà applicare nello stesso modo un miscuglio di poca acqua bollente dove si sarà sciolto un po' di sapone da cucina e sale; oppure della liscivia. Dopo qualche minuto si chiuderanno i buchi con mastice comune avente il colore del mobile.

PARASSITI DEI POLLI — I parassiti di polli scompaiono senza noie per gli animali ponendo nel pollaio una scodellina nella quale si sia già versato esenza di eucaliptus.

Photo Gallery