Alimenti e Vitamine

Le sostanze indispensabili, base della nostra alimentazione, sono le proteine, o albumine, gli idrati di carbonio, i grassi, le vitamine e i sali minerali. Le proteine servono alla riproduzione dei tessuti : sono esse che riportano alle cellule del nostro organismo l'albumina di cui sono costituite e che esse consumano gradatamente. Le proteine si trovano in abbondanza nelle carni, nel latte, nei latticini, nelle uova e nei pesci; in scarsa quantità nei legumi.

Sono contenute anche nel glutine del grano. Gli idrati di carbonio, cioè gli amidi e gli zuccheri, producono nel nostro corpo energia e calore; in seguito alla loro assimilazione il nostro corpo è in grado di mantenere la sua temperatura costante ed è fornito dell'energia che gli è necessaria per il lavoro muscolare.

Gli idrati di carbonio si trovano in natura negli zuccheri del latte e del miele, della frutta (soprattutto nei datteri, uva, fichi, canna da zucchero), nelle barbabietole e nelle carote; abbondantissimi negli amidi contenuti nelle farine, nelle patate e tuberi in genere, nei cereali. I grassi rappresentano invece le nostre riserve alimentari e vengono quindi immagazzinati nell'organismo.

Anche le proteine e i carboidrati, se in eccedenza, possono venire trasformati in grassi. Queste riserve, in caso di crisi o malattie, o qualora gli altri alimenti indispensabili vengano a mancare, forniscono all'organismo ciò che gli è necessario e sostituiscono quindi proteine e carboidrati. Sia il regno animale sia il regno vegetale ci offrono grassi in abbondanza, nel lardo, nel latte, negli oli vegetali, nell'olio d'oliva, di noci, di mandorle.

Oltre agli elementi ora ricordati, esistono però altre sostanze che sono assolutamente indispensabili alla vita: le vitamine. Per quanto oggi molte di esse siano prodotte sinteticamente, la loro natura chimica non è ancora ben definita. E' grazie alla loro presenza che è assicurato al nostro organismo il suo delicato equilibrio. Le vitamine regolano la crescita delle cellule, la loro conservazione; la loro mancanza provoca gravi alterazioni, dette genericamente avitaminosi: rachitismo, deperimenti organici, disturbi di crescita e nervosi; molte malattie a carico di diversi organi sono provocate da carenza delle diverse vitamine.



Le principali vitamine


La vitamina A interviene nel processo di crescita delle cellule e protegge contro le infezioni dei polmoni, delle cavità orali e nasali; la sua carenza dà disturbi alla vista. t contenuta principalmente nel burro, nel latte e nelle uova; tra le verdure, si trova nelle carote, nei cavoli, nelle foglie verdi dell'insalata, nel prezzemolo; tra la frutta, nelle albicocche e nelle pesche.

Le vitamine B costituiscono un complesso di elementi ben differenziati, ma con alcune caratteristiche comuni. Le principali vitamine del complesso B sono la B1 e la B2. La B1 è utilissima per l'equilibrio del sistema nervoso. È contenuta principalmente nei cereali, soprattutto nella crusca, nel lievito di birra, nei legumi come piselli e fagioli, nelle bucce dei frutti e delle verdure, nelle noci. La vitamina B2 è presente nelle arance, nei pomodori, nell'uva e nel latte. La carenza di questa vitamina provoca desquamazione e screpolature nella pelle, soprattutto alla bocca. La vitamina PP si può considerare come facente parte del complesso B. Assieme alla vitamina B2 la vitamina PP esplica soprattutto una funzione protettiva della pelle e ne impedisce gravi alterazioni e malattie, come la pellagra. La si trova in buona quantità nel fegato, nel lievito di birra e nella farina di grano integrale.

La vitamina C è molto importante per la salute dell'organismo; combatte moltissime infezioni, a carico soprattutto dell'apparato respiratorio; previene i reumatismi; la sua mancanza provoca alterazioni nel sangue. La vitamina C abbonda negli agrumi, arance, limoni, pompelmi, nelle fragole e nei pomodori; in molti ortaggi crudi; nel fegato. Si trova anche negli ortaggi a foglia verde. La vitamina C si volatilizza con facilità. Preparate aranciate e limonate solo al momento di berle; abbiate cura, qualora consumiate la vitamina in pastiglie, di tenere ben chiuso il flacone o il tubetto. La vitamina D ha come compito principale quello di fissare il calcio nell'organismo ed è quindi la carenza di questa vitamina la causa principale del rachitismo.

La vitamina D si assorbe attraverso i raggi ultravioletti; tra i cibi, è contenuta nel latte, nelle uova, in alcuni pesci come le sardine e le acciughe.

Restano la vitamina E, la cui mancanza nell'organismo può provocare anche la sterilità,
e la vitamina K che agisce soprattutto sul sangue e ha potere antiemorragico. La prima si trova nei cereali, nel fegato di bue, nel burro, nei cavoli. La seconda in ortaggi come barbabietole, spinaci, carote e nei funghi.

I sali minerali entrano nella composizione dei nostri tessuti e, poichè sono consumati quotidianamente, è necessario siano reintegrati di continuo con gli alimenti e le bevande. Il sangue e il sistema nervoso hanno bisogno di fosforo; i cibi che lo contengono sono soprattutto le carni e le uova.

Il ferro, indispensabile alla emoglobina del sangue perchè sia messa in condizione di trattenere l'ossigeno che respiriamo, si trova negli ortaggi, soprattutto negli spinaci, nei legumi come lenticchie e fagioli, nel grano e nell'avena, nel vino rosso. Lo iodio è indispensabile come regolatore dell'attività delle ghiandole come timo, tiroide, milza; lo troviamo nei pesci e nel vino.

Il calcio, altro minerale molto importante per l'organismo, specialmente per il nostro scheletro; è contenuto in abbondanza nei latticini, nell'insalata, nei legumi, nelle farine. Il sodio e il cloro indispensabili vengono forniti al corpo dal sale, lo zolfo dalle uova e dalla carne.

Una sana alimentazione deve apportare all'organismo un quantitativo alto di idrati di carbonio, quattro volte superiore a quello di proteine e molto piccolo dev'essere invece, nell'individuo di normale costituzione, il quantitativo di grassi.E' bene poi assicurarsi un regolare apporto di vitamine e sali minerali, attraverso un'oculata scelta dei nostri cibi.

Si consiglia l'uso frequente di ortaggi crudi, di frutta consumata possibilmente con la biuccia. Non tenete troppo a bagno gli ortaggi, non cuoceteli troppo a lungo (e questo sia detto anche per la carne), utilizzatene l'acqua di cottura dove spesso vanno a finire vitamine ed elementi di maggior potere nutritivo.

Photo Gallery