Le partecipazioni di nozze

L' invio delle partecipazioni per annunciare il matrimonio è una consuetudine ancora assai diffusa, poiché rappresenta l'unico modo di comunicare ai propri conoscenti la data delle nozze. Vediamo come organizzare al meglio, e con un certo anticipo, i preparativi.

La lista dei nomi
Primo compito è quello di compilare una lista delle persone cui spedire le partecipazioni. Una volta completata, è necessario che entrambe le famiglie. compresi i futuri sposi, la controllino con particolare attenzione onde evitare che eventuali amici o conoscenti restino esclusi o ricevano doppioni.

Se si vuole procedere con un ordine maggiore, si possono acquistare apposite agende, con spazi molto ampi, dove è possibile annotare i nominativi delle persone a cui sono stati spediti inviti e partecipazioni, per chi sono previste le bomboniere o i biglietti di ringraziamento, qual è stato il regalo ricevuto e da chi ecc.

Questa procedura non solo rende più semplice il lavoro, ma a distanza di anni l'agenda diventa anche un piacevole ricordo.


Formule e procedura
Secondo le tradizonali regole, sono i genitori che annunciano le nozze dei propri figli seguendo questa disposizione: sulla sinistra del biglietto di partecipazione si scrivono i nomi dei genitori della sposa che annunciano le nozze della propria figlia, sulla destra quelli dello sposo.

Attualmente, però, molte coppie preferiscono annunciare personalmente le loro nozze mettendo sulla sinistra il nome della sposa e sulla destra il nome dello sposo. Le partecipazioni, che generalmente vengono realizzate su un cartoncino bianco o avorio o su carta seta semplice, decorata o con soggetto, devono essere fatte stampare per tempo e messe in una busta sulla quale si scriverà l'indirizzo a mano.

Alle persone che si intendono invitare al pranzo o al rinfresco si invierà (insieme alle partecipazioni) anche l'invito che verrà stampato sullo stesso tipo di carta e con lo stesso carattere della partecipazione. E consigliabile spedire il tutto per tempo, e ciò per consentire che arrivi al destinatario almeno tre settimane prima della data fissata per la cerimonia.

Se le nozze e il pranzo si terranno in una località lontana o poco conosciuta, è molto utile far stampare sul retro della partecipazione, o su un cartoncino a parte, il percorso da seguire per raggiungere la chiesa e il ristorante. Tra i caratteri adatti alle stampe delle partecipazioni, gli esperti consigliano il corsivo inglese e un maiuscolo tondo comunemente chiamato'filettato' o 'rigato'.

Oltre a essere molto aggraziati e leggibili, si addattano perfettamente anche alla stampa su carta seta semplice, decorata o con soggetto.


Cerimonia in forma privata
Nel caso in cui gli sposi desiderino festeggiare il matrimonio in forma privata, le partecipazioni vanno spedite il giorno stesso del matrimonio. I pochi invitati a un brindisi o a una semplice colazione dovranno comunque essere avvertiti per tempo. Cerimonie di questo tipo sono frequenti quando:

• il genitore di uno o di entrambi gli sposi non partecipano al matrimonio perché in disaccordo
• c'è un lutto recente in famiglia
• gli sposi sono un po' troppo avanti nell'età
• sussistono problemi economici o familiari. In tutti questi casi la cerimonia sarà semplice e con pochi addobbi.


COME RISPONDERE In ogni caso, anche quando non si partecipa alla cerimonia o al rinfresco, la risposta è d'obbligo. II telegramma di felicitazioni è quella più formale ed è anche il minimo che si dovrà fare per testimoniare che si è presa conoscenza del lieto evento.

Quando il rapporto con gli sposi o con le loro famiglie è più intimo, è opportuno inviare un biglietto, meglio ancora se accompagnato da fiori, con qualche parola affettuosa che vada oltre i semplici auguri.
Si può anche inviare un regalo non troppo impegnativo, accompagnato sempre da un cartoncino con qualche Frase di augurio.

Chi riceve l'invito è tenuto a comunicare tempestivamente la sua possibile adesione alla cerimonia e, generalmente, a inviare un regalo di nozze.

Photo Gallery