Il piacere di una collezione

L' attitudine a collezionare oggetti, anche i più disparati, è certamente più diffusa di quanto non si creda. Che abbiano interesse artistico, scientifico o storico, che siano preziosi e rari o comuni e modesti, che si raccolgano semplicemente perché strani e bizzarri, questi oggetti hanno sempre un valore affettivo.

Essi infatti spesso fanno riemergere il nostro vissuto e contemporaneamente rappresentano lo specchio dei nostri interessi, del nostro gusto e della nostra personalità.
A questo punto però è necessario fare una distinzione tra collezione e raccolta.

• La collezione presuppone la scelta di un tema che viene di solito sviluppato seguendo un ordine cronologico e geografico. Gli oggetti vengono schedati e raccolti in serie allo scopo di testimoniare l'evoluzione, nel tempo e nei luoghi, del fenomeno di cui ora sono la dimostrazione più visibile. Le collezioni, inoltre, si indirizzano solo verso oggetti rari e costosi che col tempo diventano un vero patrimonio per il collezionista.

• La raccolta invece è meno ragionata e molto più affidata alla fantasia, all'estro e all'entusiasmo della persona. In questo caso gli oggetti non vengono schedati, ma messi insieme in modo bizzarro e spesso alla rinfusa. Anche le raccolte, però, non vanno sottovalutate perché talvolta acquistano valore nel tempo. È chiaro che non è possibile elencare tutti gli oggetti da collezione; di seguito ci limiteremo a illustrarne qualcuno.

Il bastone da passeggio Considerato alle origini un simbolo di autorità religiosa, militare o politica (costituiva una delle insegne sacre oppure veniva conferito ai comandanti di eserciti o concesso a chi presiedeva la magistratura suprema), tra il Quattrocento e il Cinquecento il bastone venne impiegato anche come efficace mezzo di difesa.

Solo nel corso del Seicento si affermò tra le classi più agiate come bastone da passeggio e si trasformò in una raffinata opera d'artigianato, spesso realizzata in legni pregiati ed elegantemente ornata con pietre preziose. Da allora divenne complemento necessario dell'abbigliamento maschile e femminile fino a raggiungere la massima popolarità nell'Ottocento.

Oggetto per veri collezionisti, quindi, che lo classificano sia in base al materiale usato sia in base alla foggia dell'impugnatura sia in base al loro valore intrinseco che non permette a tutti di collezionare questi oggetti spesso molto costosi. I ricordi di viaggio Biglietti, etichette per valigie, tabelle orarie, scontrini, conti dei ristoranti, tovagliolini di carta e simili sono le testimonianze `stampate' dei nuovi e diffusi modi di viaggiare.

Sono molti quelli che raccolgono questi materiali come `souvenir', nel tentativo di rivivere le emozioni suscitate da Paesi e culture diversi dai propri. Spesso conservati in una scatola senza un ordine ben preciso, altre volte custoditi in un album, questi ricordi di viaggio hanno soprattutto un valore sentimentale, cioè legato alle emozioni provate.

Le bustine di zucchero Il tema, un po' curioso e prediletto soprattutto dalle ragazzine, è piuttosto recente e non impegna molto nella ricerca del materiale. Le bustine, infatti, sono di due specie: quelle su cui compare semplicemente il nome del caffè, del bar o del ristorante, e le altre, più ricercate, con disegni di automobili di marche famose, di stemmi delle città o delle squadre di calcio, di animali ecc.
Possono essere conservate in album a condizione che siano completamente svuotate dello zucchero.


DOVE CONSERVARLE

• Le collezioni di oggetti di carta (per esempio, francobolli, figurine, cartoline illustrate, etichette, carte da gioco, biglietti delle lotterie, segnapagine, fascette di sigari ecc.), oppure di monete, possono essere custodite, suddivise per epoche, soggetti, argomenti ecc., in album o raccoglitori.

• Nelle vetrine o, se manca lo spazio, nelle scatole, troveranno posto oggetti come giocattolini, orologi, portachiavi, pipe, bicchieri, bottiglie mignon, conchiglie, minerali ecc.

• Sulle pareti possono apparire in bella mostra collezioni di oggetti come piatti, ventagli, farfalle, manifesti ecc.

• Le mensole, invece, sono il posto ideale per marionette, burattini, bambole, aerei, automobiline, lampade da tavolo, scatole di latta, salvadanai ecc.


Mercatini e Mercati
Bastoni da Passeggio La situazione in pugno Straordinari e irripetibili, messi in disparte dal mutare della moda e poi rientrati in scena come raffinati oggetti da collezione, i bastoni da passeggio hanno accompagnato la storia del costume maschile dal 1800 fino alla metà del XX secolo. L'origine dei bastoni si perde nella notte dei tempi: logo_giocattoli
Mercatini del Giocattolo Un tipo di collezionismo, quello dei giocattoli, che per molti versi non è altro che la nostalgia del passato, il piacere di tornare bambini. In particolare, l'attenzione degli amanti del genere si concentra sugli oggetti in latta.

Fotografie Free
Puoi cercare tra centinaia di foto royalty free, immagini clip art, fotografie clipart, sfondi grafici, illustrazioni e fotografie, icone, immagini di Soresina.

Photo Gallery