Nato il bimbo a dna garantito

medicinaNato il bimbo a dna garantito Analizzato 'a tappeto' a livello embrionale prima dell'impianto nell'utero. Il metodo Wells si chiama Next generation sequencing e permette di ottenere in 16 ore un quadro completo di tutte le anomalie genetiche dei singoli geni e di eventuali alterazioni dei cromosomi.

E' nato il primo bambino in provetta il cui Dna è stato analizzato 'a tappeto' a livello embrionale prima dell'impianto nell'utero materno. Lo ha annunciato uno dei pionieri della diagnosi preimpianto, Dagan Wells dell'università britannica di Oxford.

Il metodo di Wells si chiama Next generation sequencing (Ngs): permette di ottenere in sole 16 ore un quadro completo di tutte le anomalie genetiche dell'embrione, sia quelle che interessano i singoli geni (fibrosi cistica, talassemia) sia quelle che riguardano le alterazioni del numero dei cromosomi (dagli eccessi, come le trisomie della sindrome di Down, ai difetti, come le monosomie della sindrome di Turner).

La tecnica impiegata si chiama 'Next generation sequencing' (Ngs) e permette di ottenere in sole 16 ore un quadro completo di tutte le anomalie genetiche dell'embrione, sia quelle che interessano i singoli geni, sia quelle che riguardano le alterazioni del numero dei cromosomi.

Dopo aver verificato l'affidabilità di questa tecnica su cellule prelevate da 45 embrioni portatori di anomalie genetiche, i ricercatori britannici hanno decido si testarla 'sul campo', usando gli embrioni al quinto giorno di sviluppo prodotti da due coppie ricorse alla fertilizzazione in vitro (Ivf).

È stato così possibile selezionare e impiantare un singolo embrione per coppia: in entrambi i casi ha attecchito dando il via ad una normale gravidanza. La prima si è felicemente conclusa a giugno con la nascita del primo bimbo, un maschietto che gode di ottima salute.

Anche la seconda gravidanza si è appena conclusa con successo, ma senza il primato da letteratura scientifica. In teoria il bebè potrà avere in «banca» tutta la sua mappa genetica.

La fase di sperimentazione si è praticamente conclusa e il metodo Wells può entrare in commercio.

Testo di Luca Puerari (articolo della Provincia.it 2013)

Photo Gallery