1) CURE SPECIFICHE PER I BAMBINI con le Carote

Attenzione: Per quanto siano attendibili le informazioni, consigliamo sempre Cautela, non fate niente di testa vostra, prima di ogni iniziativa consultate il vostro medico o erborista.
caroteLa Carota 
Per la Debolezza congenita:
Stato di un organismo con scarsa vitalità originaria, cioè antecedente il momento della nascita.

1) Cura dietetica:ricavare il succo fresco dai fittoni con una piccola centrifuga e somministrarne
g 30 al giorno, addizionato con un cucchiaino di miele d'acacia.
2) Cura dietetica: grattugiare bene una o due carote, mescolarle con un cucchiaino di miele e somministrarne g 10 prima dei pasti.
3) Cura dietetica:grattugiare una o due carote, dopo averle lavate in acqua bollente, condirle con olio d'oliva, limone, poco sale e somministrarle integrandole nei pasti.


Per la Diarrea dei neonati.

Defecazione molto frequente, quasi liquida.

Cura dietetica:ricavare il succo fresco dai fittoni con una piccola centrifuga e somministrarne
g 30 al giorno addizionato al 50 0/0 con acqua minerale.

Note dietetiche.
Per combattere il deperimento organico dei bambini e anche degli adulti sono ottime le minestre preparate con grano intero e cotte in brodo di foglie e gambi di carote, che sono eccezionalmente ricchi di calcio. Ricordiamo inoltre che le proprietà cicatrizzanti della carota sono particolarmente apprezzate dai sofferenti di ulcera gastrica o duodenale.

La carota è raccomandata pure ai sofferenti di fegato e nelle insufficienze epatiche avendo la proprietà di fluidificare la bile. Le sue ricchezze naturali esplicano un'azione benefica nei casi di acetonemia, colibacillosi e sono vantaggiose anche in vari casi di reumatismo e gotta.

È quindi consigliabile mangiare spesso qualche carota cruda, condita con olio d'oliva, limone e poco sale, perché oltre a essere un ottimo alimento, prevengono disturbi e malattie.

Le proprietà della carota

La carota, o Daucus carota, è un'erba delle Ombrellifere che cresce spontanea in quasi tutto il mondo.
La pianta presenta una radice a fittone, di forma e grandezza molto variabili, formata da due parti, una esterna, la corteccia, carnosa e di colore arancione, e una interna, il cuore, molto dura e lignificata.

La parte aerea è costituita da un ciuffo di foglie radicali munite di un lungo picciolo. L'impiego della carota come ortaggio è molto antico. È un ortaggio di spiccata importanza alimentare, essendo dotato di particolare valore nutritivo grazie a una notevole quantità di carotene, vitamina A e acido pantotenico, tanto che il consumo è consigliato nei casi di carenze vitaminiche.

La carota ha azione emolliente, diuretica e vermifuga ed è considerata, anche popolarmente, ottima contro l'itterizia. Eccellente per i casi di irritazione gastroepatica, è nota fin dai tempi antichissimi quale rimedio per le ustioni, per le quali si usa la polpa come cataplasma.

Il vegetale in oggetto è usato terapeutica-mente in tutte le sue parti: radici, foglie e semi, questi ultimi servono per ottenere l'olio di carota, impiegato nella fabbricazione di liquori stimolanti.

Questo ortaggio così usuale sulla nostra tavola, ha dunque in sé valori nutritivi e terapeutici tali da poter essere considerato fra i migliori di quelli usati nella fitoterapia.
Fonte : Blog italiani
 
Curarsi con il CavoloCurarsi con il CarciofoCurarsi con le erbe
 

Photo Gallery