Lenticchie in umido

Lenticchie_in_umidoLenticchie in umido
Tempo di lavorazione: 1/ 2 ora circa, più il tempo necessario
per lasciare a bagno i legumi
Tempo di cottura: 2 ore circa

Ingredienti per 4 persone :

lenticchie secche gr 300 -
pancetta o lardo gr 100 -
burro gr 30 -
1 piccola carota -
1 cipolla -
1 piccolo gambo di sedano -
salsina di pomodoro -
1 foglia di lauro -
1 dado per brodo -
olio d'oliva -
sale - pepe.


Preparazione:

Mondate accuratamente le lenticchie, lavatele, mettetele a bagno in abbondante acqua fredda per una notte (se sono state raccolte da pochi mesi, e cioè se sono della recente annata agraria, è sufficiente tenerle a bagno per tre o quattro ore).

Due ore circa prima del pranzo, mondate, lavate e raschiate carota, sedano e cipolla, quindi con il lardo, o la pancetta, tritate tutto finissimo, mettete il ricavato in una casseruola possibilmente di terracotta, con il burro e due cucchiaiate d'olio, ponete il recipiente sul fuoco e lasciate rosolare sino a che le verdure si sono bene appassite, aggiungete allora le lenticchie scolate dall'acqua e rilavate, un bicchiere abbondante di acqua fredda, il dado, una cucchiaiata circa di salsina di pomodoro e la foglia di lauro, salate poco (dado e pancetta sono già saporiti), pepate, mescolate, incoperchiate e lasciate cuocere a fuoco moderatissimo per circa due ore, rigirando spesso per evitare che l'intingolo si attacchi sul fondo del recipiente.

Se necessario unite poca acqua in ebollizione (se state cuocendo un cotechino o uno zampone da servire con le lenticchie, unite una piccola parte del loro brodo).

A cottura ultimata l'intingolo deve essere piuttosto ristretto, assaggiate e, se necessario, salate.

Servite le lenticchie, come tutti gli umidi, accomodandole su un piatto caldo.


Note - Consigli - Varianti :

Coltivazione, scelta e conservazione delle lenticchie Non esiste un mese particolarmente indicato per la coltivazione delle lenticchie, ma generalmente questa avviene tutto l’anno. Quando si sceglie di acquistare le lenticchie già cotte, occorre fare attenzione che non abbiano coloranti e conservanti: la conservazione in vaso di vetro è la più sicura quando si decide di consumarle ma vanno ugualmente bene quelle che si acquistano in scatola o in sottovuoto.

Photo Gallery