Tartufi bianchi alla piemontese

Tartufo_BiancoTartufi bianchi alla piemontese
Tempo di lavorazione e di cottura: I ora circa

Ingredienti per 4 persone :

tartufi bianchi circa gr 250 -
panna sopraffina gr 200 -
burro gr 80 -
1 acciuga salata -
1 piccolo rametto di rosmarino -
3 foglie di salvia -
marsala secco -
1/ 2 dado per brodo.


Preparazione:

Ricordate che sia il rosmarino che la salvia devono essere freschi. Pulite i tartufi, lavate rosmarino e salvia. Lavate e diliscate l'acciuga.

Ponete a fuoco in una piccola casseruola settanta grammi di burro, il rosmarino e la salvia
(volendo, potete unire anche uno spicchio d'aglio), lasciate rosolare per un istante e quando il burro è bene insaporito aggiungete l'acciuga, continuate la rosolatura cercando con i rebbi della forchetta di farla sciogliere bene, quindi unite mezzo bicchiere circa di marsala e proseguite la cottura sino a che è quasi tutto evaporato.

Solo allora aggiungete la panna e il dado (oppure una cucchiaiata di sugo di carne o una puntina di estratto di carne), mescolate e, appena la salsa si è alquanto addensata, filtrate. Imburrate un recipiente di porcellana che possa andare sul fuoco e in tavola.

Con l'apposito utensile tagliate il tartufo a fettine sottilissime, lasciandole scendere nel recipiente imburrato facendo degli strati regolari, irrorando strato per strato con la salsa fatta (volendo potete porre sotto ai tartufi, a contatto con il recipiente, dei crostini di pane tostati).

A lavoro ultimato ponete il recipiente su una fiamma bassa, lasciate che il contenuto alzi il bollore, quindi servite subito ben caldo.


Note - Consigli - Varianti :

Il Tartufo. Sono due specie molto diverse, quello grigio o bianco si consuma quasi sempre crudo aggiunto a cibi già pronti, quello nero invece viene cotto. Quello bianco è reperibile dall'ottobre al gennaio, quello nero invece si trova dal novembre all'aprile.

Photo Gallery