Sformato di spinaci

Sformato_di_spinaciSformato di spinaci
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura: un'ora.

Ingredienti per 4 :

800 grammi di spinaci,
150 grammi di latte caldo,
60 grammi circa di burro,
50 grammi di panna liquida,
35 grammi di farina bianca,
Due uova,
Due cucchiai di formaggio grana grattugiato,
Un pizzico di noce moscata,
Pepe,
Sale,
Poco burro per lo stampo,
Farina per lo stampo.


Preparazione:

Pulite e lavate più volte gli spinaci sotto l'acqua corrente, sgocciolateli e fateli cuocere a fuoco medio in un tegame senza aggiunta di acqua.

A cottura ultimata passateli sotto il getto dell'acqua fredda, scolateli, strizzateli molto bene con le mani o fra due piatti e passateli al passaverdure raccogliendo il passato in una terrina.

Ponete sul fuoco un tegame con 30 grammi di burro, fate rosolare e aggiungete il passato di spinaci, la panna e un pizzico di sale. Mescolando fate insaporire e asciugare bene il composto, quindi togliete dal fuoco e lasciate intiepidire.

Imburrate e infarinate leggermente uno stampo rotondo a bordi lisci e con foro centrale; fate sciogliere 30 grammi di burro in un'altra casseruola, unite la farina e con un cucchiaio di legno amalgamatela bene in modo da non formare grumi: unite tutto il latte caldo e, senza smettere di mescolare, lasciate cuocere la salsa sino a quando si sarà sufficientemente addensata.

Lasciatela intiepidire, quindi versatela sugli spinaci, aggiungete il formaggio, il sale, il pepe necessario e un pizzico di noce moscata. Rigirate con cura e aggiungete, uno per volta, i due tuorli d'uovo.

Montate gli albumi a neve abbastanza soda e incorporateli al resto con molta delicatezza, per non smontarli. Versate quindi il composto nello stampo e fate cuocere lo sformato a bagnomaria in forno a 180 °C per circa 45 minuti.

A cottura ultimata togliete lo stampo dal forno, lasciate riposare per cinque minuti prima di capovolgere la preparazione su un piatto di portata e servite poi subito in tavola.


Note - Consigli - Varianti :

Potrete accompagnare questo sformato con uova in camicia disposte intorno al piatto di portata, con una salsa di pomodoro oppure con una finanziera.


Gli spinaci freschi, praticamente diponibili tutto l'anno, si conservano facilmente, per un giorno o due, nel cestello delle verdure del frigorifero e si consumano, dopo breve bollitura, in diversi modi, come indicato nelle ricette.

Più raramente, e solo se si tratta di piantine molto tenere appena germogliate, si servono crudi, in insalata. Il loro impiego in minestre, timballi, flan, ripieni, crocchette, ecc. è vastissimo, sia che si usino freschi sia surgelati.

Molti gastronomi criticano la eccessiva strizzatura cui vengono sottoposti gli spinaci bolliti: l'acqua che se ne ricava non dovrebbe essere eliminata, ma utilizzata per preparare minestre e brodi vegetali o per arricchire fondi di cottura.

Gli spinaci freschi vanno lavati con molta cura, perché le piantine sono solitamente piene di sabbia e terra. Nella cucina internazionale le guarnizioni a base di spinaci vengono chiamate a la fiorentine: tra queste, molto note sono le uova al burro.

Photo Gallery