Scorzonera in tegame

Fotografia ScorzoneraScorzonera in tegame
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura: 40 minuti.

Ingredienti per 4 :

700 grammi di scorzonera,
Un cucchiaio di prezzemolo tritato finemente,
Un cucchiaio di farina bianca,
Una cipolla tritata finemente,
Il succo di due limoni,
Mezzo bicchiere circa di brodo di carne (anche di dado),
Due tuorli d'uovo,
5 cucchiai di olio d'oliva,
Pepe,
Sale.

Preparazione:

Ponete in una capace terrina il succo di un limone e abbondante acqua fredda: raschiate la scorzonera con un coltellino ben affilato, lavatela, tagliatela a pezzi lunghi circa otto centimetri che metterete, via via, nella terrina.

Se le radici fossero molto grosse potete tagliarle a metà ed eliminare la parte legnosa centrale.
Mettete in un tegame la cipolla e il prezzemolo con cinque cucchiai d'olio, ponete il recipiente sul fuoco e lasciate rosolare sino a quando la cipolla sarà leggermente appassita; solo allora aggiungete la scorzonera ben scolata.

Spolverizzate con un cucchiaio di farina, mescolate bene affinché non si formino grumi, quindi unite il brodo, salate leggermente, mescolate di nuovo e lasciate cuocere a fuoco moderato, rigirando spesso con il cucchiaio di legno per evitare che la scorzonera si attacchi al fondo del recipiente.

A cottura ultimata versate in una ciotola due tuorli d'uovo, un pizzico di sale e pepe e il succo di limone rimasto: mescolate bene, amalgamando perfettamente gli ingredienti.

Appena la scorzonera sarà cotta sistemate i pezzi sul piatto di portata precedentemente riscaldato, lasciando nel recipiente il fondo di cottura al quale aggiungerete, fuori dal fuoco, il composto d'uovo appena preparato.

Mescolate a lungo con il cucchiaio di legno affinché le uova leghino bene, formando una salsina che verserete sulla scorzonera. Servite subito la preparazione caldissima.


Note - Consigli - Varianti :

La scorzonera è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle composite, a cui appartiene anche il carciofo, di cui si consuma la radice forte e carnosa.

E' di forma allungata ed è rivestita da una corteccia grigio-marrone con polpa bianca. Il suo sapore è leggermente amarognolo, ma gradevole.

Delle 8 specie spontanee della flora italiana 6 vivono sull'arco alpino. La più popolarmente soprattutto per una specie (Scorzonera hispanica) è largamente coltivata per la radice edule.

Anche un'altra specie (Scorzonera undulata) è conosciuta per la bontà della sua radice in questo caso però utilizzata in pasticceria.

Photo Gallery