Pomodori con gamberetti

Fotografia ricettaPomodori con gamberetti
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di riposo: 15 minuti.

Ingredienti per 4 :

8 pomodori medi non troppo maturi,
350 grammi di gamberetti lessati e sgusciati,
4 cucchiai di maionese già pronta ,
1 cucchiaio di senape di Digione,
Sale.

Per guarnire:
8 foglie bianche di lattuga lavate e asciugate.

Preparazione:

Lavate e asciugate i pomodori, tagliate le calotte tenendole da parte e, con un cucchiaino, eliminate con delicatezza i semi. Salateli leggermente, capovolgeteli e lasciateli riposare per 15 minuti.

Mettete in una ciotola i gamberetti, unite la senape e la maionese, amalgamate bene e riempite con il composto i pomodori, richiudendoli con le calotte.

Disponete sul piatto di servizio le foglie di lattuga, posatevi al centro i pomodori ripieni e servite subito in tavola.


Note - Consigli - Varianti :

Potrete preparare i pomodori nello stesso modo utilizzando anche gamberetti surgelati o code di scampi lessate o polpa di granchio in scatola al naturale, dopo averla scolata, liberata delle eventuali cartilagini e tritata. Se i gamberetti sono freschi e ben saporiti, potrete eliminare la senape.


Gamberetti. Uno dei problemi che si pongono all'industria degli allevamenti ittici è riuscire a produrre regolarmente dei gamberetti: la richiesta di questi crostacei è in continuo aumento.

I gamberetti commestibili sono di diverse specie: i più comuni e facilmente identificabili sono i grigi e i rosa. I primi sono piccoli e cuocendo diventano di polpa rosea; si mangiano bolliti o fritti, eliminando la sottile corazza.

Quelli rosa si preparano in svariati modi, e si usano molto come guarnizioni di piatti caldi e freddi, tartine, ecc. Tutti i gamberetti, per essere davvero eccellenti, debbono venir cucinati ancora vivi, o quasi: in poche ore perdono fragranza e sapore.

Per questo pur essendo ottimi dal punto di vista igienico e nutrizionale, i gamberetti surgelati o quelli in scatola sono molto meno apprezzabili.

Così pure non entusiasmano i gamberetti rosa venduti già privi di testa e corazza: tali parti «dure », pur non essendo commestibili, danno, dopo bollitura o rosolatura nel burro (in entrambi i casi i crostacei sono cotti interi, e le corazze si tolgono dopo), una sostanza che, pestata nel mortaio, diluita in poca acqua e filtrata, dà un fondo di cottura eccellente per salse, risotti, ecc.

Photo Gallery