Peperoni in padella alla calabrese

Fotografia ricettaPeperoni in padella alla calabrese
Tempo di preparazione: 15 minuti.
Tempo di cottura: mezz'ora.

Ingredienti per 4 :

4 grossi peperoni dolci, gialli o rossi,
Due cucchiai di formaggio pecorino grattugiato,
Un cucchiaio abbondante di pane grattugiato,
Due cucchiai di capperi,
Una tazza d'olio,
Un pizzico di origano,
Sale,
Poco olio per la teglia.


Preparazione:

Dopo aver pulito esternamente i peperoni, abbrustoliteli sulla fiamma viva; eliminate poi accuratamente la pelle e i semi.

Asciugateli e tagliateli in quattro pezzi. Lavate i capperi in acqua corrente (se sono sotto sale) e strizzateli bene. Mettete l'olio in una padella di ferro e, quando sarà bollente, fatevi friggere i peperoni.

Appena teneri sgocciolateli e posateli sulla carta assorbente perché perdano l'eccesso d'unto.
Ungete leggermente una teglia e sistematevi uno strato di peperoni, spolverizzate leggermente di sale e cospargete con il pane grattugiato, il pecorino, i capperi, l'origano.

Ponete sulla fiamma bassa e lasciate insaporire, mescolando di tanto in tanto per una decina di minuti.

Servite i peperoni caldi o tiepidi, secondo il vostro gusto. La preparazione di questi saporitissimi peperoni può essere portata a termine anche nella stessa padella in cui vengono fitti, ma il piatto risulta più grasso e meno delicato.


Note - Consigli - Varianti :

Le possibilità di utilizzazione dei peperoni sono moltissime: in Italia certe specialità regionali del Sud richiedono grossi peperoni, dolci o per lo meno non troppo piccanti, come « cassa» per la preparazione di ripieni e piatti al forno.

Molte altre ricette prevedono invece di tagliare i peperoni a strisce, o a grossi pezzi, e di cuocerli in padella, di solito con pomodoro e aromi, da soli (peperonata) o con pollo, carni, ecc.

Inoltre, i peperoni possono essere messi a macerare nell'aceto, o in una miscela di aceto e vinacce (Piemonte) e serviti poi come antipasto. Qualunque sia la ricetta, i peperoni debbono essere preparati togliendo la pellicina sottile che li ricopre: lo si fa, di solito, abbrustolendo leggermente i peperoni sulla fiamma viva (ideale sarebbe poter disporre del fuoco di legna o carbonella, poiché il gas non è molto adatto), o dopo averli scottati nell'acqua bollente.

I peperoni si possono conservare bene, per due o tre giorni, nel cestello del frigorifero.
Quelli conservati si usano soprattutto come elemento di decorazione per insalate di riso, piatti in bellavista, ecc., dopo averli tagliati a quadratini e alternando quelli di colore rosso ai gialli e ai verdi.

Photo Gallery