Peperoni imbottiti alla napoletana

Peperoni_imbottiti_alla_napoletanaPeperoni imbottiti alla napoletana
Tempo di preparazione: un 'ora.
Tempo di cottura: un 'ora.

Ingredienti per 4 :

4 grossi peperoni gialli dolci (o 6 medi),
Un quarto di litro d'olio,
8 cucchiai di pane grattugiato,
Due cucchiai di uva sultanina ammorbidita in acqua,
10 olive nere di Gaeta,
8 filetti d'acciughe,
Una grossa manciata di foglie di prezzemolo,
10 foglie di basilico,
Due cucchiai di capperi sotto sale,
4 cucchiai di salsa di pomodoro,
Sale,
Pepe.

Preparazione:

Lavate, asciugate e abbrustolite leggermente i peperoni a fiamma viva oppure nel forno, quel tanto che basta per far sollevare la pellicina.

Spellateli passandoli sotto l'acqua corrente e strofinandoli delicatamente con le dita.
Togliete il picciolo e attraverso il foro estraete i semi; lavateli bene, asciugateli e metteteli su un piano a scolare.

Dissalate le acciughe, tagliatele a pezzettini, snocciolate le olive e tagliatele a pezzetti, lavate e tritate il prezzemolo, sciacquate i capperi, lavate e spezzettate le foglie di basilico.

Mettete sul fuoco una padella con otto cucchiai d'olio, fatelo scaldare e versatevi il pane grattugiato; con un cucchiaio di legno rigirate fino a quando sarà leggermente tostato.

Mettetelo in una terrina e unite il sale, il pepe, l'uva sultanina ben strizzata e tutti gli altri ingredienti già preparati.

Amalgamate molto bene il composto, che diluirete con un cucchiaio d'olio se risultasse troppo compatto. Imbottite i peperoni servendovi di un cucchiaino.

Ungete una teglia dai bordi alti e sistematevi i peperoni diritti gli uni vicino agli altri, con il foro verso l'alto.

Cospargeteli con un filo d'olio e distribuite su ognuno, come una corona, un cucchiaio
di salsa di pomodoro.

Passate la teglia in forno a calore moderato (180 °C) per circa un'ora o più, fino a quando i peperoni saranno cotti e ben dorati. Potrete servirli sia caldi sia freddi.


Note - Consigli - Varianti :

Peperone. È il frutto di una solanacea originaria dell'America Centrale che ha conosciuto una straordinaria diffusione in tutto il mondo.

La pianta richiede un clima piuttosto caldo: nell'Italia Settentrionale può quindi essere coltivata all'aperto solo in estate; nelle regioni del Sud sono invece possibili raccolti precoci.

Si va diffondendo anche la coltura in serra. Il frutto del peperone è una bacca contenente numerosi semi gialli appiattiti.

Il colore, a maturazione completa, può essere verde, giallo, arancione o rosso: anche la forma e le dimensioni dipendono dalle varietà, che sono moltissime.

Si trovano in commercio peperoni conservati sott'olio o sott'aceto, arrostiti o precotti. Per quelli sott'aceto si usano spesso varietà piccole e piccanti. È venduto anche il prodotto surgelato. Dai frutti piccanti, contenenti elevate percentuali dell'alcaloide capsicina, si ottiene la paprika.

Questo vegetale, nelle sue varietà dolci e piccanti, è divenuto uno dei cibi-simbolo della cucina mediterranea.

Photo Gallery