Sformato di patate all'emiliana

Sformato_di_patateSformato di patate all'emiliana
Tempo di preparazione: mezz'ora.
Tempo di cottura: un'ora.

Ingredienti per 4 :

800 grammi di patate,
200 grammi di formaggio parmigiano fresco,
200 grammi di latte,
100 grammi di prosciutto cotto magro in un pezzo solo,
80 grammi di burro,
1 cucchiaio di pane grattugiato,
Sale,
Pepe.


Preparazione:

Lavate le patate e fatele lessare in una pentola con abbondante acqua salata.
Intanto tagliate a quadrucci il prosciutto. Imburrate una tortiera a bordi alti del diametro di 18 centimetri, spolverizzatela con il pane grattugiato e capovolgetela per far scendere il pane eccedente.

Quando le patate saranno cotte sbucciatele e lasciatele raffreddare, quindi tagliatele a fette alte circa un centimetro. Fate liquefare a calore molto basso 70 grammi di burro.

Tagliate con l'affettatartufi il formaggio parmigiano, in modo da ottenere delle scaglie sottilissime. Quando tutti gli ingredienti saranno pronti, formate sul fondo della tortiera uno strato con le fettine di patate, leggermente accavallate le une sulle altre.

Con la pennellessa pennellatele con il burro sciolto, distribuitevi sopra i quadrucci di prosciutto e le scaglie di formaggio, pepate e continuate così a strati fino ad esaurimento di tutti gli ingredienti, terminando con le patate.

Versate il latte e distribuite sulla superficie il burro rimasto a fiocchetti. Passate la tortiera in forno già caldo (180 °C) e lasciate cuocere per 30 minuti o più, fino a quando si sarà formata una crosticina dorata.

Capovolgete lo stampo sul piatto di portata preriscaldato e servite subito ben caldo. Potrete anche cuocere la preparazione in una pirofila e servire in tavola nello stesso recipiente.

Se non trovate il grana fresco sostituitelo con fontina a fette sottilissime, o anche con sbrinz o provolone dolce fresco, sempre affettati sottilmente.


Note - Consigli - Varianti :

Patata. E una pianta solanacea annua che cresce bene nel clima temperato, dando buoni risultati anche in montagna, fino a 1500 metri. La parte commestibile è come si sa costituita dai tuberi, che si formano assai numerosi sulle radici rizomatose.

Mentre alcune varietà sono più adatte all'uso industriale per la preparazione di alcol o per l'estrazione della fecola, usata anche in cucina, tra le coltivazioni più diffuse per la produzione alimentare si possono citare la bea, a tuberi o blunghi e pasta gialla; la sirtema a tuberi tondo-ovali, a pasta giallo chiaro, abbastanza resistente alla siccità; la Sieglinde, a tuberi reniformi e appiattiti, ecc.

La conservazione prolungata di tuberi può essere compromessa dalla germinazione durante la quale si verifica la produzione di solanina, un alcaloide velenoso: pertanto i tuberi germinati non debbono essere usati a scopo alimentare.

Si trovano in commercio patate estratte dal terreno a maturazione completa, e patate a sviluppo interrotto, le cosiddette «novelle».

Photo Gallery