Indivia belga al forno con prosciutto

Fotografia ricettaIndivia belga al forno con prosciutto
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura: 45 minuti.

Ingredienti per 4 :

8 cespi d'indivia belga (mezzo chilo circa),
8 fettine di prosciutto cotto,
Un quarto di litro di salsa béchamel,
40 grammi di burro,
40 grammi di formaggio parmigiano grattugiato,
Due tuorli d'uovo,
Mezzo limone,
Un pizzico di noce moscata,
Sale,
Burro per la pirofila.

Preparazione:

Pulite i cespi d'indivia, eliminando le foglie avvizzite, lavateli in abbondante acqua corrente e metteteli in un tegame.

Coprite a filo con acqua leggermente salata, unite mezzo limone e portate a ebollizione; lasciate cuocere a tegame incoperchiato su fiamma vivace, per circa 15 minuti.

Scolate e lasciate raffreddare senza strizzare le indivie.
Aggiungete alla béchamel due tuorli d'uovo, un cucchiaio di parmigiano e la noce moscata, mescolando molto bene in modo da renderla cremosa e filante.

Avvolgete i cespi d'indivia nelle fette di prosciutto; imburrate una pirofila e sistematevi l'indivia, versate sulla superficie la salsa, spolverizzate con il parmigiano grattugiato rimasto e disponetevi sopra il burro a fiocchetti.

Ponete a gratinare in forno caldo (200 °C) fino a che non si sarà formata in superficie una crosticina dorata; servite ben caldo.


Note - Consigli - Varianti :

Indivia. Chiamata anche endivia, è una pianta erbacea di cui si conoscono numerosissime cultivar, atte alla coltivazione in climi caldi o freddi.

Le indivie si dividono in due gruppi fondamentali, l'indivia propriamente detta, o indivia riccia, e la scarola, che si presentano in cespi di medie o grosse dimensioni.

La prima ha la nervatura principale grande e carnosa, con l'anima fogliare di ridottissime dimensioni, molto frastagliata; la seconda ha foglie con lamine abbastanza ampie e ondulate.

Questa erba rustica, che si trova anche allo stato spontaneo (quella selvatica, raccolta nei prati, ha sapore più genuino), è uno degli elementi più caratteristici della cucina popolaresca dell'Italia meridionale.

Si presta soprattutto a ricette semplici, che mettono in evidenza il sapore amarognolo. È bene cucinarla al più presto, evitando, per l'indivia cruda, la conservazione in frigorifero; quella bollita può rimanervi un giorno o due. Il condimento migliore è l'olio d'oliva.

Photo Gallery