Ricette con i carciofi

CarciofoIl carciofo è una pianta erbacea bienne probabilmente derivata dalla selezione orticola del cardo selvatico. Quindi non si rinviene allo stato spontaneo, ma viene abbondantemente coltivata come ortaggio. In Italia la produzione, concentrata nelle regioni centro-meridionali, a seconda del clima e delle varietà, può andare da settembre alla primavera inoltrata. Fra le varietà italiane spinose ricordiamo il violetto di Sardegna, il violetto di Palermo, il carciofo di Liguria. Fra quelle senza spine il carciofo romanesco, di produzione tardiva (da marzo ad aprile), il lungo violetto di Sicilia, il violetto di Toscana, ecc. Esiste anche un carciofo selvatico, di dimensioni minori di quello coltivato, diffuso in Italia negli incolti del Meridione e delle Isole.


Carciofi all'acciugaCarciofi con carneCarciofi alla greca
Carciofi farcitiCarciofi alla giudiaCarciofi alla russa
Carciofi freddi appetitosiCarciofi in umidoCarciofi fritti alla spagnola
Carciofi frittiSoufflé di carciofi Carciofi con il timo alla fiorentina
Carciofi fritti con la pastellaTortino di carciofiCarciofi alla romana
Carciofi fritti nella pastella 2Tortino di carciofi alla toscanaFondi di carciofi alla fiorentina


Le caratteristiche positive e negative del carciofo
Il consumo di questo gustoso ortaggio è assai vantaggioso per il benessere del nostro organismo. Il carciofo è infatti in grado di stimolare la produzione di bile (sostanza liquida prodotta dal fegato) e di migliorare l’attività del fegato.

Il consumo di carciofi (stufati, lessati a vapore, ma le parti più tenere si mangiano anche crude) è utile per tutti coloro che soffrono di digestione difficile, di aumento del colesterolo nel sangue, di arteriosclerosi. Il carciofo inoltre attiva la funzione depurativa renale.

Per via urinaria sono eliminati, tra l’altro, i residui azotati del metabolismo e il carciofo è quindi utile nella gotta, nelle artrosi e in molte malattie della pelle.

Photo Gallery