Le Melanzane

Melanzane_trifolateLe Melanzane.
Vengono anche chiamate, secondo le regioni, petonciane, moligiane, malinzana.
Raggiungono il massimo della loro bontà nel pieno dell'estate.

Ve ne sono di diversi colori che vanno dal viola più o meno intenso al bianco; vi sono qualità più dolci e altre più amare, possono infine essere di varie forme: sferiche, ovoidali, allungate ecc.

Quando le comperate, date la preferenza a melanzane non molto grosse, non molto mature (in caso contrario avranno molti semi) e ben sode.

Per togliere il sapore amarognolo, dopo averle lavate e spuntate a una estremità, senza sbucciarle, tagliatele a fette, rotonde o lunghe come preferite o a metà se le farcite; sistematele poi su un piatto tenuto inclinato, spolverizzatele abbondantemente di sale fino e lasciatele così per circa un'ora (anche più) perché esca l'acqua amarognola.

Prima di usarle, lavatele per togliere eventuale sale e asciugatele con un telo. Potete cucinarle in moltissimi modi, fritte, alla griglia, con intingolo, trifolate, ripiene ecc.

Le migliori ricette ci vengono dalla cucina meridionale che da secoli ne fa grande consumo. Secondo l'uso cui sono destinate, si sceglierà una forma piuttosto che un'altra.

Se volete farle trifolate o friggerle affettate, possono essere sia piccole che grosse; se intendete friggerle accoppiando due fette e ponendovi in mezzo, poniamo, del formaggio, è preferibile usare una melanzana piuttosto grossa.

È necessario sceglierle piccole e ben diritte se le volete fare farcite.

Photo Gallery