Le cipolline

Cipolline_glassate_bruneLe cipolline che troviamo in vendita nei mesi invernali e primaverili (secondo la qualità) non sono come qualcuno può credere delle cipolle non ancora sviluppate.

Botanicamente appartengono a una specie affine a quella delle cipolle comuni, ma non sono le stesse.

Le cipolle comuni vengono quasi sempre usate per insaporire intingoli, minestroni ecc. Le cipolline invece vengono servite come accompagnamento a piatti diversi di carne o si conservano sottaceto o sott'olio.

Se possibile comperate cipolline non sbucciate (anche se le altre sono più comode). Se vi accorgete che nella parte alta spunta un piccolo germoglio scartatele; significa che sono state raccolte da troppo tempo.

Per mondarle, togliete la pellicina secca che le avvolge e spuntate il lato in cui erano le radichette. Spuntatele poco per evitare che cuocendo si sfoglino. Per non piangere mentre le sbucciate, tuffatele per un minuto in acqua in ebollizione, immergetele in acqua fredda e pelatele tenendole sempre immerse nell'acqua.

Per renderle più digeribili, dopo averle pelate, e prima di cuocerle, immergetele per tre minuti in acqua in ebollizione, tenendole poi in acqua fredda per una decina di minuti.

Photo Gallery