La Carota

Ricetta CaroteLa Carota È una pianta erbacea nota sia allo stato spontaneo, sia coltivato, diffusa in Europa, in Asia e nell'Africa settentrionale. Le varietà coltivate sono diverse e si possono dividere in tre gruppi: a radici lunghe, appuntite; a radici mezzane, ottuse od appuntite; a radici corte, rotonde o a trottola.

Poi ché la semina può essere eseguita da gennaio ad agosto si possono trovare carote fresche in ogni periodo dell'anno. Oggi la carota conosce un notevole rilancio, soprattutto grazie alla sua immagine dietetica di cibo sano e che non fa ingrassare: l'insalata di carote crude, condite con succo di limone e pochissimo olio, è una delle risorse di quanti vogliono conservare o riacquistare la linea.

Sapore tenue, che non prevale sugli altri, aspetto gradevole e possibilità di essere tagliate senza sbriciolarsi in forma di cubetti, strisce e «olivette», ne fanno un elemento apprezzato per le decorazioni, anche di piatti importanti (un tempo i cuochi le scolpivano, crude, ottenendo fiori e piccole figure).


Nella cucina internazionale le creme e le composizioni a base di carote prendono nome di Crécy, da due villaggi francesi (Crécy-en-Brie e Crécy-en Ponthieu) celebri per la coltivazione di questi ortaggi.
Le carote, utilizzate in vario modo a seconda della qualità e della freschezza (ovviamente quelle piccole e tenere si prestano meglio delle grosse e legnose ad essere cucinate al burro, come le carote Vichy), servono non solo come elementi per piatti di verdura, ma per completare, nel brodo e nelle salse, gli altri aromattizzanti, quali prezzemolo, sedano, ecc.


Le carote crude, passate al frullatore e poi strizzate in una garza, danno un succo dolce, un tempo molto raccomandato dai pediatri. La torta dolce di carote ha un certo successo. Le carote sono poi indispensabili per una insalata russa, e per completare un piatto di legumi misti, lessati o passati al burro.

Si conservano bene, anche a lungo, nel cestello delle verdure in frigorifero o, se la stagione non è troppo calda, all'aria aperta.


Le Carote sono radici carnose che troviamo sul mercato, più o meno tenere, tutto l'anno. Hanno colore giallo-rossiccio (le più conosciute) e servono per insaporire minestroni, intingoli vari, brodi di pesce e di carne.
Si possono mangiare crude o cucinate al burro, in tegame ecc. e possono servire da accompagnamento a piatti di carne. Se vi capitano carote molto grosse e dure, usate solo la parte esterna scartando l'interno che è legnoso.


Preparatele per la cottura lavandole, quindi con un coltellino o con l'apposito attrezzo, raschiatele: non invertite mai queste due operazioni perché, lavando le carote dopo averle raschiate togliereste tutte le sostanze preziose per la nostra salute, che sono in superficie.

Ricordate che la carota raschiata annerisce facilmente, molto di più che se non le fosse stata tolta con un coltellino la buccia.

Photo Gallery