Spigola, ragno, pesce lupo o branzino

spigolaSpigola, ragno , pesce lupo o branzino
La spigola è conosciuta anche con molti altri nomi: gingareo, loasso, loubas, luvo, baicolo, varòlo, ragnoi, vanino, bavoso, spinola, bocca bianca, ragnetta, buracciola, borascia, serranìa, percèa, spinulottu, arranassa, arrangiola, arranzolu.

L’ambiente preferito dalla Spigola è la zona costiera, dove di solito si tiene in acque la cui profondità raramente oltrepassa i cinque metri. Entro questi limiti frequenta le coste rocciose sia alte che basse, le scogliere artificiali, i porti, le lagune di acqua salmastra e in maniera particolare le foci dei fiumi anche con modesta portata, purché con acque pulite, nelle quali può trovare il suo cibo abituale costituito soprattutto da Gamberi, Latterini, Mugginetti, Ceche e Anguilline.

E' un pesce di mare che in primavera rimonta i fiumi e vive nell'acqua dolce sino all'autunno. Ha carni magre, sode, bianchissime, sfogliate, squisite e di gusto delicato.

Fra tante virtù ha un difetto: ha molte spine. Le sue squame sono piccole, di colore grigio piombo sul dorso e argentee sul ventre e sui fianchi.

Molto povera di grassi, ma ricchissima di proteine ed Omega 3, la carne del branzino è particolarmente leggera e digeribile.

Il Branzino è molto amato dai buongustai, che ne apprezzano le carni bianche, morbide e profumate. Ottimo al forno, insaporito da verdure ed erbe aromatiche, questo pesce è squisito anche cucinato al cartoccio o all’acqua pazza, con aglio, pomodoro fresco e vino bianco.

Si cucina come il salmone, le trote, gli storioni ecc. E' da preferire nei mesi di gennaio, febbraio, giugno, luglio e dicembre.

Photo Gallery