Seppia o seppia officinale

seppiaLa seppia è conosciuta anche con i nomi di: sepieta, sepa de porto, seccia, seccetèlla, purpo siccia, cèeccetedde, scarpetta, pruppusiccia, sippia.

È un mollusco di mare che conta tre specie molto simili fra loro sia come aspetto che come sapore.

Da preferire gli esemplari di media taglia o piccoli perché hanno carni più tenere e sapore più delicato.

Il loro corpo, a forma di sacco, è circondato da ogni lato da una specie di frangia (flangia); all'interno, sotto alla pelle del dorso, vi è un osso piatto che deve essere sempre tolto prima di cucinarle; la bocca termina con una decina di tentacoli (piedi).

Nel Mediterraneo nei mesi primaverili si avvicina alla costa per depositare le uova in anfratti subacquei. In tale stagione i pescatori pongono in mare delle nasse, nelle quali le femmine entrano per deporre le uova seguite dai maschi e così vengono catturate.

Una seppia appena pescata, o quasi, è di colore verdastro a riflessi giallo luminosi sul ventre, mentre il dorso è di colore bruno scuro con striature chiare. Si trova in vendita tutto l'anno, gli esemplari più grossi da gennaio a giugno.

Ricca di fibre e facilmente digeribile, la seppia è da considerarsi un ottimo alimento per i suoi effetti ed per il suo sapore di facile abbinamento in ricette calde e fredde. E’ facile trovare la seppia in molti piatti della cucina tradizionale italiana.

Per pulirle si deve prima togliere l'osso interno poi asportare la bocca e gli occhi, tutto quello che si trova all'interno del sacco compresa la vescichetta dell'inchiostro e la pelle, infine si lavano ripetutamente sino a che sono ben bianche.

Per alcune preparazioni viene conservata la vescichetta interna contenente il liquido nero (inchiostro), che viene usata per preparare uno speciale risotto nero o una pastasciutta al nero.

Si cucinano come i calamari: fritte, in umido, farcite o no, in forno ecc. Prima di friggerle è necessario asciugarle perfettamente: questo perché è facile che l'olio bollente, al contatto di qualche goccia d'acqua, schizzi attorno.

Photo Gallery