Venere incrocicchiata (vongola, arsella)

arsellaVenere incrocicchiata (vongola, arsella)
È conosciuta anche con i nomi di: arsella nera, vòngola capa tonda de-mar, caparozzolo, pizzoti, còncola, archello, camadìa, ramane.

Anche questi molluschi, come le cozze e tutti gli altri molluschi, devono essere acquistati vivi.
Dopo averli lavati è bene tenerli a bagno in abbondante acqua tiepida leggermente salata per diverse ore senza mai toccarli. Se le vongole non vengono disturbate (e se sono vive...), apriranno leggermente le valve e in questo modo la sabbia, che quasi sempre è all'interno, è facile che esca.

Scolatele asportandole con le mani, non versandole in uno scolapasta, in questo caso scenderebbe anche la sabbia che è sul fondo.

Per aprirle, dopo averle ben lavate, mettetele in una padella, incoperchiatela, ponetela sul fuoco e lasciatela per qualche minuto scuotendo di tanto in tanto il recipiente affinché le vongole sentendo il calore possano aprirsi tutte.

Via via che si aprono togliete la valva vuota e buttatela; a lavoro ultimato, se necessario, lavate i molluschi con acqua tiepida e salata, quindi lasciateli scolare. Le vongole si cucinano in intingoli vari e si preparano con esse ottimi condimenti per paste asciutte e saporite zuppe.

Sono in vendita tutti i mesi dell'anno, sono però da preferire nei mesi estivi ed autunnali perché più grasse.
Non sono eccessivamente costose. Se sono vongole appena pescate in acque limpide, sono ottime anche crude, irrorate con succo di limone.

Photo Gallery