LA CARNE TRITATA

carne_tritataLA CARNE TRITATA È questo, un «settore» molto particolare nel quale bisogna... avventurarsi con cautela per non fare degli acquisti sbagliati. Molti di voi sono abituati a comperare la carne già tritata dal macellaio, un po' per evitare la fatica di tritarla in casa e un po' per risparmiare (la carne tritata, infatti, può essere abbastanza economica proprio perché viene preparata con tagli di seconda e terza categoria e con quelli più ricchi di grasso, e il grasso, si sa, costa meno della polpa!).

Questa soluzione è certo comoda però non è la migliore anche se un tipo di carne così può andar bene per polpettoni o polpette che devono cuocere a lungo.

Se optate per l'intervento del macellaio cercate almeno di scegliere prima il pezzo «giusto» (che può essere collo, brione, reale o scalfo) e fatelo tritare davanti a voi, dopo aver chiesto l'eliminazione delle parti di scarto.

Se invece decidete di tritare la carne in casa potete scegliere tra due soluzioni: una è il tritacarne classico, l'altro la tritatura a mano. Nel primo caso ricordatevi che il tritacarne, specie quello elettrico, schiaccia e maciulla le fibre, disperdendo parte dei succhi contenuti nella carne.

Usando invece due grossi coltelli e tritando la carne a mano il risultato è ottimale:le fibre, infatti, vengono tagliate ma non lacerate e conservano così la loro umidità, a tutto vantaggio del «piatto finito»

Photo Gallery