Salse calde - Bagna cauda

Bagna caudaBagna cauda
Tempo di lavorazione: 30 minuti circa -
Tempo di cottura: 20 minuti

Ingredienti per 4 :

olio vergine di oliva gr 200,
acciughe salate gr 100,
burro freschissimo gr 30,
cinque spicchi d'aglio,
sale

Preparazione:

Lavate, diliscate ed asciugate bene le acciughe. Tagliate a fettine sottilissime gli spicchi d'aglio, o se lo preferite, tritateli o pestateli. Ponete su fuoco moderato, nell'apposito recipiente di terracotta, il burro e l'aglio, lasciate rosolare per qualche minuto badando che l'aglio cuocia senza colorirsi, quindi unite poco alla volta l'olio e le acciughe; mescolate bene affinché le acciughe si sciolgano e lasciate cuocere a fuoco moderatissimo per circa quindici minuti rigirando di tanto in tanto la salsa.

A cottura ultimata assaggiate e, se necessario, salate, quindi servite nello stesso recipiente di cottura. Qualche piemontese utilizza eventuali avanzi di questa salsa per preparare le uova strapazzate.

La "bagna cauda" è una specie di salsa, specialità della cucina piemontese, da gustare caldissima: a questo scopo viene portata in tavola nel recipiente di cottura (in piemontese "s'ciònfeta", che è una specie di casseruola di terracotta con un unico manico) e posta al centro della tavola sopra ad un fornelletto acceso (potendo, usate un tegamino e un fornelletto per persona).

Ogni commensale intingerà direttamente nella salsa delle verdure crude (cardi bianchissimi lasciati prima a bagno in acqua fredda acidulata con succo di limone, peperoni, sedani, cavolfiori ecc.) oppure, secondo le zone, anche delle verdure cotte (cipolle, patate, barbabietole, carote, rapeecc.).


Note - Consigli - Varianti :

Se desiderate che l'aglio risulti meno indigesto tenetelo, prima di usarlo, a bagno per circa due ore in un bicchiere di latte.
In qualche zona del Piemonte si usa unire alla salsa anche qualche gheriglio di noce precedentemente pestato.

Photo Gallery