Buridda di pesce alla ligure

Buridda_di_pesce_alla_ligureBuridda di pesce alla ligure
Tempo di preparazione: mezz'ora circa.
Tempo di cottura: un'ora.

Ingredienti per 4 :

Un chilo e mezzo di pesce assortito
(pescatrice, rombo, scorfano, triglia, ecc.),
Mezzo chilo di calamaretti e seppioline,
Mezzo chilo di cipolle,
Mezzo chilo di pomodori maturi freschi,
Una manciata di prezzemolo tritato,
Un pizzico di origano,
100 grammi di olio d'oliva,
Un bicchiere di vino bianco secco,
Pepe nero appena macinato,
Sale.

Per accompagnare:
Fette di pane abbrustolito.

Preparazione:


Pulite i molluschi e tutto il pesce tagliando a fette la pescatrice, il rombo e lo scorfano.
Affettate finemente le cipolle, pelate e sminuzzate i pomodori.

In un tegame di terracotta (o di ghisa smaltata) mettete un filo d'olio sul fondo, quindi metà delle cipolle e dei pomodori, salate e pepate leggermente e distribuite i pezzi di pesce e i molluschi in modo da formare un primo strato.

Cospargete con le rimanenti cipolle e i pomodori e su questi ponete il pesce rimasto, tornando a salare e a pepare in giusta misura.

Cospargete di prezzemolo tritato e di origano, irrorate con il vino bianco e con l'olio rimasto e ponete sul fuoco per la cottura che dovrà avvenire a fuoco bassissimo e a tegame coperto, senza mai rigirare il composto.

Quando il liquido si sarà ben ristretto potrete servire nello stesso tegame di cottura accompagnando con alcune fette di pane abbrustolito.


Note - Consigli - Varianti :

La cottura di questo piatto può riuscire perfetta solo se si eviterà nel modo più assoluto di rimestare il pesce in cottura.
Volendo si potrà diliscare il pesce da crudo, in modo da evitare ai commensali questa operazione.


Zuppa di pesce. Questo nome indica tutto un gruppo di preparazioni a base di pesce, comuni soprattutto alle cucine dei Paesi della fascia settentrionale delle coste del Mediterraneo, cioè quella zona che va dalla penisola iberica alla Grecia, con qualche « riflesso» anche nel Nordafrica. Il nome « zuppa» indica però dei piatti molto diversi gli uni dagli altri.

Nel nostro Paese si definiscono così non tanto zuppe tradizionali, quanto gli intingoli di pesci diversi con fondo di cottura ristretto e saporito, che meritano il nome generico di zuppa (ma si usano molto di più le denominazioni regionali: buridda, caciucco, brodetto) solo perché nel piatto si mettono anche fette di pane tbstato o fritto.

In Francia la soupe de poisson è invece un passato di polpa di pesce della densità di una crema leggera: le composizioni con pesci interi o tranci, prima fra tutte la bouillabaisse, sono spesso considerate secondi piatti, anche se guarnite con crostoni di pane.

Photo Gallery