Alborelle alla pescatora

alborelleAlborelle alla pescatora

Ingradienti:

800 gr. di alborelle,
1/2 lt. di aceto bianco,
400 gr. di cipolle,
1 mela,
100 gr. di farina bianca ,
50 gr. di uvetta,
25 gr. di pinoli,
2 limoni,
1 arancia,
aglio,
alloro,
olio per friggere,
sale e pepe q.b.


PREPARAZIONE:

pulite i pesci, togliete le interiora ai più grossi, lavateli, asciugateli e infarinateli. Friggeteli in abbondante olio caldissimo, scolateli con la paletta forata e passateli su carta assorbente ad asciugare.

Colate l'olio della frittura per togliere le impurità e riversatelo nella padella.
Pelate le cipolle e tagliatele a fettine sottili, fatele soffriggere nell'olio in cui avete fritto i pesci, unite la foglia d'alloro e lo spicchio d'aglio pestato.

Fate rosolare per qualche minuto fino a quando le cipolle avranno preso un bel colore dorato e poi aggiungete sale, pepe e aceto. Togliete la padella dal fuoco.
Pelate i limoni e l'arancia togliendo solo la parte più superficiale delle scorze, tagliate queste a filetti sottilissimi e mettetele in una casseruola, copritele con acqua fredda e fatele bollire per 10 minuti. Scolatele ed unitele al soffritto di cipolla, aggiungete anche l'uvetta e i pinoli. Sbucciate la mela, unitela all'intingolo e fate bollire per un paio di minuti.

In un contenitore di vetro rettangolare mettete uno strato di alborelle fritte, coprite con uno strato del composto preparato e continuate gli strati fino ad esaurimento.


NOTA: le alborelle sono dei saporitissimi pescetti d'acqua dolce. I mesi migliori per gustarle sono quellii invernali e primaverili: in questo periodo le alborelle sono così piccole e tenere che non occorre sventrarle.

QUALCHE CONSIGLIO: per una bella presentazione disponetele sul piatto di portata tondo a forma di ventaglio, alternandole testa e coda. Al centro del piatto mettete degli spicchi di pomodoro o un ciuffo d'insalata tenerissima.

VARIANTE: le alborelle sono ottime fritte: passatele semplicemente nella farina, friggetele in abbondante olio bollente e servitele dorate e croccanti accompagnandole con spicchi di limone. Salatele dopo la cottura.

Photo Gallery