Lampreda al vino bianco

Ricetta_Lampreda_al_vino_biancoLampreda al vino bianco
Tempo di marinatura: 6 ore.
Tempo di preparazione: un'ora.
Tempo di cottura: 45 minuti.

Ingredienti per 4 :

Un trancio di lampreda di circa 800 grammi, già pulito,
Mezzo litro di vino bianco secco,
Uno scalogno finemente affettato (o una cipollotta novella),
Uno spicchio d'aglio,
Due foglie di alloro,
Un limone intero e il succo di mezzo limone,
Un decilitro di aceto di vino bianco,
300 grammi di funghi coltivati (champignons),
70 grammi di burro,
Un cucchiaio di farina,
50 grammi di pinoli,
Due litri d'acqua,
Sale,
Pepe bianco in grani


Preparazione:

Lavate bene la lampreda e soffregatela a lungo con il limone tagliato a metà e il sale fino: questa operazione serve per togliere la vischiosità tipica di questo pesce. Mettete in una capace pentola due litri d'acqua con l'aceto.

Portate a ebollizione e immergetevi il pesce per cinque minuti. Scolate e tagliate il pesce a pezzi di circa sei centimetri.

Preparate una marinata con mezzo litro di vino, lo scalogno tagliato a fettine, l'aglio intero, le foglie di alloro, mezzo cucchiaino scarso di sale e il pepe bianco in grani pestato.

Mettete nella marinata la lampreda e lasciatevela per sei ore, dando ogni tanto una rigirata ai pezzi di pesce.

Pulite e lavate i funghi con acqua leggermente acidulata con succo di limone; tagliateli a fettine non troppo sottili e fateli saltare in una casseruola con 50 grammi di burro ben caldo; salateli leggermente e dopo circa dieci minuti unite due o tre cucchiai di marinata di pesce.

Lasciate cuocere i funghi per altri dieci minuti, quindi unite i pezzi di lampreda che lascerete cuocere 15 minuti; passate il liquido della marinata attraverso un colino, unitelo al pesce e lasciate cuocere a fiamma moderata ancora per circa 20 minuti.

Amalgamate il burro rimasto con la farina e mettetelo, insieme ai pinoli, nella casseruola col pesce; cuocete per cinque minuti, poi togliete dal fuoco.

Fate riposare in luogo tiepido, prima di scaldare e servire in tavola.


Note - Consigli - Varianti :

La Lampreda appartiene alla famiglia dei petromizontiformi e si caratterizza per il suo corpo affusolato e terminante a punta.
Presente in tre varietà: di mare, di fiume e minore, varia solitamente per lunghezza, dai 90cm al 1,20 m della prima ai 20cm dell’ultima, e per distribuzione, come suggeriscono anche gli stessi nomi.

È una specie migratrice anadroma: risale il corso dei fiumi, per la riproduzione, da gennaio a marzo, accoppiandosi verso maggio, quando vengono deposte oltre 40.000 uova per femmina.

Alimentazione La lampreda di fiume si alimenta principalmente di sangue, che succhia attaccandosi con la bocca a ventosa alla pelle di grossi pesci d'acqua dolce. Tuttavia, a differenza di altre specie parassite, non si limita a questo, ma si ciba anche piccole prede (aringhe e spratti) o di resti animali morti.

Photo Gallery