Conchiglie dei pellegrini in tegame

Conchiglie dei pellegriniConchiglie dei pellegrini in tegame
Tempo di lavorazione: 40 minuti circa
Tempo di cottura: 20 minuti circa

Ingredienti per 4 persone :

24 grosse conchiglie dei pellegrini -
burro gr 50 -
prezzemolo gr 30 -
1 spicchio d'aglio -
1/ 2 bicchiere di vino bianco secco -
1 limone -
olio d'oliva -
pane grattugiato -
sale - pepe.


Preparazione:

Pulite e aprite le conchiglie. Mondate, lavate il prezzemolo e, assieme allo spicchio d'aglio, tritatelo.
Fate rosolare in un tegamino, largo a sufficienza per farvi stare in un solo strato i molluschi, il burro e quattro cucchiaiate d'olio.

Passate nel pane grattugiato noce e corallo badando che se ne rivestano e, quando i grassi iniziano a soffriggere, metteteli nel recipiente e lasciateli rosolare a fuoco piuttosto vivace, girandoli da tutte le parti.

Quando si sono coloriti, unite il prezzemolo tritato, mescolate, dopo un istante irrorateli con un poco di vino bianco e lasciateli cuocere per circa quindici minuti ricordando di irrorarli di tanto in tanto con qualche cucchiaiata di vino bianco.

Quando è evaporato, salateli (poco), pepateli e irrorateli con il succo di mezzo limone. A cottura ultimata distribuiteli in otto conchiglie, accomodatele su un piatto da portata rivestito da un tovagliolino affinché non scivolino.

Circondatele con crostoni di pane fritti o tostati e servitele ben calde.


Note - Consigli - Varianti :

Conchiglie dei pellegrini o di san Jacopo Questi molluschi sono conosciuti anche con i nomi di: pellegrinè, capasanta, santarela, cocciola pellegrina, canestriello, cozza gnignacula, pettini, cozzula de pellegrinu. Hanno conchiglie molto larghe e molto belle, si possono gustare crudi (freschissimi) irrorati con succo di limone o cotti in vari modi.

Photo Gallery