Triglie all'austriaca

Ricetta_TriglieTriglie all'austriaca
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: mezz'ora.

Ingredienti per 4 :

4 triglie di circa 200 grammi l'una,
100 grammi di funghi coltivati affettati,
Un piccolo scalogno (o porro) tritato,
Due cucchiai colmi di salsa di pomodoro già pronta,
Un quarto di litro di vino rosso,
4 cucchiai di olio,
Due cucchiai di prezzemolo tritato,
Sale,
Pepe

Per accompagnare:
300 grammi di patate novelle cotte al vapore.

Preparazione:

Squamate le triglie, pulitele accuratamente, lavatele e asciugatele con delicatezza. Cospargetele all'interno con pepe e poco sale.

Mettete l'olio in un tegame: quando sarà ben caldo fatevi rosolare rapidamente dalle due parti
le triglie, girandole una sola volta; unite allora lo scalogno e, appena questo sarà dorato, versate il vino e lasciatelo evaporare un poco, quindi aggiungete la salsa di pomodoro e i funghi affettati sottilmente.

Coprite il tegame e lasciate cuocere per 20 minuti circa, a fuoco medio.
Cospargete di prezzemolo tritato e servite le triglie accompagnandole con patate cotte al vapore.


Note - Consigli - Varianti :

Giustamente considerata uno dei pesci migliori, la triglia si presta a preparazioni diverse, a seconda della grossezza e del peso. In genere, il mercato italiano offre triglie inferiori ai 50 grammi, adatte per la frittura, i brodetti, ecc.,

mentre in altri Paesi mediterranei è più facile disporre di triglie di peso superiore ai 250 grammi, e pertanto di ottima resa (anche se il sapore è meno accentuato di quello delle nostre triglie di scoglio) se si tratta di cucinarle alla livornese, al cartoccio o ricorrendo a ricette straniere.

In ogni caso, si tenga presente l'inconveniente maggiore di questo pesce: la sua fragilità, che obbliga a lasciarlo cuocere rivoltandolo una sola volta, e con molta cura, in modo da non sbriciolarlo.

Per questo motivo è bene servire, quando possibile, le triglie nel recipiente di cottura; al ristorante è fra i pochi pesci che il cameriere non deve sfilettare, per non mettere sul piatto del cliente dei pezzi di pesce poco gradevoli di aspetto, anche se di sapore ottimo.

E bene evitare di riscaldare le triglie, anche se in umido, il giorno dopo.

Photo Gallery