Storione alla normanna

Storione alla normannaStorione alla normanna
Tempo di preparazione: un'ora.
Tempo di cottura: un 'ora.

Ingredienti per 4 :

Due piccoli storioni del peso di circa 800 grammi ciascuno,
Un litro di court-bouillon al vino,
Sale,
Pepe.

Per decorare:
12 cozze,
200 grammi di gamberetti sgusciati,
Alcuni funghetti ,
alcune cimette di cavolfiore sott'olio.

Per accompagnare:
Crostini di pane fritti nel burro

Preparazione:

Pulite accuratamente gli storioni, squamateli e sventrateli.
Lavateli più volte sotto l'acqua corrente e sistemateli in una pesciera. Versate il court-bouillon in modo che ricopra i pesci.

Controllate il sale e il pepe, incoperchiate e mettete il recipiente in forno già caldo (180 °C), lasciando brasare dolcemente gli storioni per circa un'ora o più, fino a quando saranno cotti.

Lavate intanto le cozze, mettetele in una padella e fatele aprire a fiamma vivace. Estraete i molluschi e metteteli da parte. In una casseruola fate lessare i gamberetti in acqua leggermente salata.

A fine cottura togliete gli storioni dal recipiente, eliminate la pelle e le teste, disponeteli su un piatto di portata e teneteli in caldo.

Fate ridurre il fondo di cottura, passatelo attraverso un colino fine, controllate il sale e versatelo in una salsiera precedentemente riscaldata. Scolate i gamberetti ormai cotti.

Decorate i pesci con le cozze, i gamberetti, i funghetti e i cavolfiori sott'olio.

Servite in tavola accompagnando con i crostini e la salsa in salsiera.


Note - Consigli - Varianti :


Storione. È un pesce marino di cui si conoscono numerose specie, dai più modesti esemplari del Danubio e dei fiumi europei a quelli giganteschi del Volga (il peso può raggiungere i 10 quintali e la lunghezza può superare i sei metri).

Un tempo molto numerosi anche nei fiumi del nostro Paese, soprattutto nel Po, oggi gli storioni abbondano soltanto in Russia e in Iran. All'epoca della riproduzione, che avviene in primavera o all'inizio dell'estate, gli storioni risalgono il corso dei fiumi; il numero di uova che depongono le femmine è notevolissimo, fino a tre milioni.

E appunto dalle uova di storione sottoposte a salatura che si ottiene il caviale. Lo storione è oggi un pesce ormai molto raro e non figura nemmeno fra quelli surgelati. Quando si trova, viene normalmente venduto a tranci e va quindi elaborato come gli altri pesci « da taglio».

Photo Gallery