Seppie ripiene 2

Ricetta_Seppie_ripieneSeppie ripiene 2
Tempo di preparazione: 25 minuti.
Tempo di cottura: un'ora e 10 minuti.

Ingredienti per 4 :

Un chilo di seppie,
Due cucchiai di prezzemolo tritato,
100 grammi di formaggio
grattugiato (grana o emmental stagionato),
4 pomodori pelati e privati dei semi,
Uno spicchio d'aglio tritato e uno intero,
Un uovo,
Tre cucchiai di olio d'oliva,
Due cucchiai di pane grattugiato,
Una tazza di brodo caldo,
Pepe,
Sale.

Preparazione:

Mettete sul fuoco un tegame con l'olio e l'aglio intero, spezzettate i pomodori e appena l'aglio sarà rosolato versateli nel tegame. Incoperchiate e fate cuocere a fuoco basso per circa mezz'ora, aggiungendo un poco di brodo per volta. Pulite intanto le seppie eliminando gli occhi, l'osso e la vescichetta dell'inchiostro.

Lavatele con cura e a lungo, sotto l'acqua corrente, staccate i tentacoli, tritateli e aggiungeteli ai pomodori.

Rompete in una terrina l'uovo, salate, pepate e sbattete bene con una forchetta, quindi aggiungete il pane grattugiato, il formaggio, lo spicchio d'aglio e il prezzemolo tritati.

Mescolate bene e aggiungete un cucchiaino di olio d'oliva. Mescolate ancora il composto e riempite le seppie. Con un filo incolore cucite l'apertura in modo che il composto non fuoriesca durante la cottura.

Disponete le seppie nello stesso tegame con i pomodori e lasciatele cuocere lentamente e a tegame coperto per 40 minuti circa, aggiungendo, se necessario, poco brodo per volta in modo che le seppie rimangano ben immerse durante la cottura.


Se volete un piatto più ricco aggiungete alle seppie, a metà cottura, 200 grammi di code di gamberi già sgusciate.


Note - Consigli - Varianti :

Seppie. Molluschi della famiglia Sepidi, le seppie sono caratterizzate dal corpo ovale munito di dieci braccia dotate di ventose; la conchiglia, nota come «osso di seppia», di natura calcarea, è posta internamente al corpo dell'animale.

Particolarmente sviluppata è la ghiandola del nero, il cui secreto, proiettato nell'acqua, consente all'animale di nascondersi. Le specie più diffuse nei nostri mari sono la seppia comune (Sepia officinalis) e la Sepia elegans.

Appena pescate, le seppie hanno riflessi iridati, molto belli, che ne garantiscono la freschezza; le grosse sono migliori e meno coriacee dopo un giorno o due di frollatura in frigorifero.

Photo Gallery