Seppie nere alla veneziana

Ricetta_Seppie_nere_alla_venezianaSeppie nere alla veneziana
Tempo di preparazione: 15 minuti.
Tempo di cottura: 50-60 minuti.

Ingredienti per 4/6 :

Un chilo circa di seppie di misura media,
Uno spicchio d'aglio,
Una cipolla tritata finemente,
Un cucchiaio di prezzemolo tritato,
Un bicchiere di vino bianco secco,
Mezzo cucchiaio scarso di concentrato di pomodoro in tubetto,
Una tazza di brodo di dado caldo (o di acqua),
Un decilitro di olio d'oliva,
Sale.


Preparazione:

Pulite le seppie, estraete le vescichette dell'inchiostro e tenetene da parte due.
Eliminate l'osso e gli occhi, quindi lavatele molto bene e tagliate ad anelli sottili il corpo e a pezzetti i tentacoli.

Mettete in un tegame l'olio e fatevi soffriggere a fuoco vivace la cipolla e l'aglio, che poi eliminerete; aggiungete le seppie, salate leggermente, rigirate e unite il prezzemolo.

Fate rosolare per dieci minuti, rigirando col cucchiaio di legno, quindi bagnate con il vino bianco; lasciatelo ridurre appena.

Estraete l'inchiostro contenuto nelle vescichette tenute da parte e aggiungetelo alle seppie secondo i vostri gusti, cioè se preferite una salsa piuttosto scura e densa aumenterete la dose d'inchiostro, usando due vescichette.

Aggiungete il concentrato di pomodoro, incoperchiate e continuate la cottura a fuoco moderato per tre quarti d'ora o più, fino a che i pezzetti di seppia siano teneri, aggiungendo poco brodo caldo per volta.

Controllate il sale e servite in tavola su un piatto di portata preriscaldato.


Note - Consigli - Varianti :

Fra i molluschi le seppie sono quelli che meglio si prestano alla surgelazione, senza che il sapore si alteri notevolmente; inoltre le seppie surgelate evitano il lavoro di pulizia richiesto dalla preparazione delle seppie fresche.

Questo prodotto ittico, comunissimo in pescheria, si presta a molte preparazioni, soprattutto in rapporto alla grossezza degli esemplari: vi è molta differenza fra una seppiolina piccola, da cuocere intera, e una di peso superiore ai 200 grammi, da tagliare ad anelli (il corpo) e a piccoli pezzetti (i tentacoli).

Sebbene siano molto diffuse surgelate, non si possono usare in alcune ricette caratteristiche, specie venete o toscane nella preparazione delle quali è necessario l'inchiostro di seppia che serve a dare una fisionomia tipica ad alcuni piatti, quali il risotto nero o le seppie alla veneziana, il cui fondo di cottura, anche per merito di tale elemento, deve risultare sciropposo e piuttosto denso.

Le ricette delle seppie si adattano anche agli altri molluschi del genere, come calamari, specie ripieni, totani, ecc.

Photo Gallery