Polpettine di rane fritte alla lombarda

Polpettine_di_ranePolpettine di rane fritte alla lombarda
Tempo di preparazione: mezz'ora.
Tempo di cottura: 15-20 minuti.

Ingredienti per 6 :

400 grammi di rane piccole nostrane, già pulite,
300 grammi di gamberetti,
50 grammi di burro,
60 grammi di mascarpone,
Mezzo bicchiere di panna liquida,
La mollica di un panino,
Un cucchiaio raso di formaggio parmigiano grattugiato,
4 cucchiai di pane grattugiato,
Due uova,
Un pizzico di cannella,
Abbondante olio per friggere,
Sale,
Pepe.

Preparazione:

Mettete la mollica di pane ad ammorbidire in una ciotola con la panna.
Pulite e lavate accuratamente i gamberetti e le rane e fateli lessare per pochi minuti in una pentola con abbondante acqua bollente salata.

Scolate, disossate le rane, sgusciate i gamberetti e tagliateli a pezzetti. Mettete gli ossicini delle rane e i gusci dei gamberetti in un mortaio e pestateli fino ad ottenere un composto liscio: passatelo al setaccio, per eliminare i residui rimasti di ossi e corazze e aggiungete al composto la mollica di pane ben strizzata.

Fate sciogliere il burro in un tegame, unite il composto appena preparato, le rane e i gamberetti a pezzi, il mascarpone, il formaggio grattugiato, la cannella, sale e pepe.

Mescolate con cura e lasciate insaporire per pochi minuti. Versate tutto in una ciotola, lasciate raffreddare, quindi unite un uovo leggermente sbattuto e mescolate con cura.

Sbattete in un piatto l'uovo rimasto e, aiutandovi con un cucchiaino da caffè, prelevate piccole quantità di composto che passerete prima nell'uovo sbattuto e quindi nel pane grattugiato.

Mettete l'olio in una padella, e quando sarà molto caldo fatevi dorare uniformemente le pallottoline, che servirete subito ben calde.


Note - Consigli - Varianti :

Le rane furono, per secoli, alimento dei contadini; erano anche uno dei cibi permessi ai monaci degli ordini più severi, e questo spiega il nome di risotto alla certosina, dato alla preparazione che utilizza, insieme al riso, anche le rane e i gamberi di fiume.

Da noi questo anfibio fa parte del patrimonio gastronomico delle regioni in cui abbondano stagni e acquitrini: soprattutto il Piemonte delle risaie, e cioè il Novarese e il Vercellese, e la Lombardia «bassa».

Abbondantissime e facili da catturare un tempo, le rane sembravano essere sul punto di scomparire a causa dei diserbanti: ora sembrano in parte ritornare, anche se la maggioranza di quelle disponibili sul mercato giungono ancora dalla Iugoslavia.

Photo Gallery