Gamberetti e piselli alla cinese

Ricetta_gamberetti_e_piselliGamberetti e piselli alla cinese
Tempo di preparazione: 15 minuti.
Tempo di cottura: 18 minuti.

Ingredienti per 4 :

Una scatola di pisellini«primizia», ben scolati,
300 grammi di gamberetti freschi sgusciati,
Uno spicchio d'aglio intero,
Due cucchiai di scalogno tritato,
Due cucchiaini di zenzero fresco tritato,
Tre cucchiai d'olio d'oliva.

Per la salsa:
Un cucchiaio di salsa di soia,
Mezza tazza di brodo di pollo,
Due cucchiaini di maizena,
Un cucchiaino di zucchero,
Un pizzico di peperoncino in polvere,
Un dado sbriciolato,
Sale.

Preparazione:

Mescolate bene in una terrina la salsa di soia, la maizena, il brodo di pollo, lo zucchero, il sale, il peperoncino e il dado, e tenete la salsa da parte, pronta per essere scaldata al momento dell'uso.

Lavate e asciugate molto bene i gamberetti, ponete l'olio in una padella e fatevi soffriggere per tre minuti lo scalogno, l'aglio e lo zenzero.

Unitevi i gamberetti e fateli rosolare per tre minuti, mescolando continuamente. Togliete l'aglio, aggiungete i piselli e, quando questi saranno insaporiti e in parte cotti, la salsa preparata.

Mescolate e fate cuocere fino a quando i piselli saranno pronti e il fondo di cottura leggermente addensato. Servite caldo.


Note - Consigli - Varianti :

Piselli. Le varietà sono molto numerose; di alcune (mangiatutto o taccole) si consuma l'intero baccello, allo stato verde o all'inizio della formazione del seme: sono però più importanti le varietà da sgusciare, delle quali si consuma solo il seme, fresco o secco.

I piselli possono essere conservati, oltre che secchi, anche « al naturale », in scatole di latta, immersi in un liquido di governo leggermente salato; sui recipienti è prescritta l'indicazione del peso del prodotto sgocciolato.

Si trovano poi in commercio scatole di piselli reidratati, ma la forma di conservazione che si è mostrata più idonea per i piselli è la surgelazione: i caratteri organolettici che non subiscono variazioni e la convenienza del prezzo ne giustificano la larga diffusione.

La ricetta italiana più tipica, quella col prosciutto o la pancetta risale al 1450 circa: già allora questi legumi erano considerati un piatto prelibato.

I piselli freschi figurano in molte ricette regionali italiane, di solito come piatto di mezzo o guarnizione, oppure come componente di primi piatti tipici, quali le paste asciutte o il famoso risi e bisi (riso e piselli) veneto.

In Francia sono apprezzati, specie se uniti a poche foglie di lattuga e cotti al burro: le creme e le zuppe prendono il nome di Saint-Germain o Clamart. Comunque questi legumi figurano praticamente in tutte le cucine, compresa la cinese.

Photo Gallery