Dentice all'indiana

Ricetta_denticeDentice all'indiana
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura: 45 minuti.

Ingredienti per 4 :

Un dentice di circa un chilo,
Due cipolle tritate finemente,
Una tazza scarsa di riso,
Due tazze e mezzo di acqua,
80 grammi di burro,
Uno spicchio di aglio tritato,
Un cucchiaino di curry,
Tre granelli di pepe,
Una presa di pepe verde (facoltativo),
Sale.

Per guarnire:
Alcune rondelle di uovo sodo,
Un peperoncino verde piccante a fettine,
Un peperoncino rosso a fettine

Preparazione:

Squamate, pulite e lavate il pesce accuratamente, quindi adagiatelo in una pesciera, unitevi una cipolla tritata finemente, mezzo cucchiaino di sale e il pepe e copritelo di acqua.

Portate il liquido a lenta ebollizione e fate cuocere, a calore molto moderato, per circa 20 minuti. Sgocciolate allora con delicatezza il pesce, eliminate la cipolla, la pelle, la lisca, le spine e tagliate la polpa a pezzi quanto più regolari possibile.

Mettete in una casseruola due tazze e mezzo d'acqua, leggermente salata, portate a ebollizione e mettetevi il riso.

Coprite il recipiente e lasciate cuocere per una quindicina di minuti, fino a quando tutto il liquido sarà assorbito.

In un tegame di terracotta sciogliete il burro e fatevi soffriggere per soli cinque minuti l'altra cipolla tritata, ma evitate di lasciarla colorire.

Aggiungete allora l'aglio, la polvere di curry e, dopo due minuti, i pezzetti di pesce e il riso.
Se necessario aggiungete un pizzico di sale e quindi, volendo, del pepe verde. Mescolate con cura il tutto, e continuate la cottura a calore basso per quattro minuti.

Rovesciate quindi la preparazione in un piatto riscaldato e decorate con fettine di uovo sodo, peperoncino verde e rosso.


Note - Consigli - Varianti :

Dentice. Vive presso le coste dell'Atlantico e del Mediterraneo e può raggiungere la lunghezza di un metro e un peso di oltre dieci chili. È uno dei pesci più apprezzati, per le caratteristiche della polpa, compatta e soda, e per l'ottimo sapore.

Si adatta molto bene ad essere cucinato secondo le norme tradizionali dei pesci di peso superiore al chilo: quindi sobbollito nel court-bouillon con aggiunta di vino, o cotto in tegame (e, in tal caso, anche dopo averne ricavato i filetti); la preparazione preferita, di solito, è quella al forno o al cartoccio.

Mentre il dentice fresco è piuttosto raro, il mercato offre grande scelta di dentici surgelati, venduti interi o senza testa: fra i pesci conservati in questo modo il dentice è uno di quelli che dà, in cucina, i risultati migliori.

Photo Gallery