Zuppa di piselli all'irlandese

Zuppa_di_piselli_irlandeseZuppa di piselli all'irlandese
Tempo di ammollo dei piselli: 12 ore.
Tempo di preparazione: 15 minuti.
Tempo di cottura: un'ora e mezzo.

Ingredienti per 6 :

250 grammi di piselli secchi,
Un litro e mezzo di brodo (anche di dado),
Due cipolle medie finemente affettate,
Una grossa patata tagliata a fettine sottili,
100 grammi di prosciutto crudo, in un pezzo solo,
Un rametto di menta,
Un rametto di timo,
Una foglia di salvia,
Una foglia di alloro,
Un cucchiaio di prezzemolo finemente tritato,
30 grammi di burro,
Sale, Pepe.

Preparazione:

Lasciate i piselli in acqua tiepida per 12 ore, scolateli e passateli sotto l'acqua corrente.

In una pentola fate rosolare per dieci minuti nel burro le cipolle e la patata; aggiungete il prosciutto, le erbe aromatiche, un litro e un quarto di brodo, sale, pepe e fate bollire piano fino a quando i piselli saranno teneri.

Togliete il prosciutto, tagliatelo a dadini e passate al setaccio la zuppa. Rimettetela nella pentola, aggiungendo il prosciutto e, se fosse troppo densa, ancora un po' di brodo caldo e servite subito in tavola.


Note - Consigli - Varianti :

Piselli. Le varietà sono molto numerose; di alcune (mangiatutto o taccole) si consuma l'intero baccello, allo stato verde o all'inizio della formazione del seme: sono però più importanti le varietà da sgusciare, delle quali si consuma solo il seme, fresco o secco.

I piselli possono essere conservati, oltre che secchi, anche « al naturale », in scatole di latta, immersi in un liquido di governo leggermente salato; sui recipienti è prescritta l'indicazione del peso del prodotto sgocciolato.

Si trovano poi in commercio scatole di piselli reidratati, ma la forma di conservazione che si è mostrata più idonea per i piselli è la surgelazione: i caratteri organolettici che non subiscono variazioni e la convenienza del prezzo ne giustificano la larga diffusione.

La ricetta italiana più tipica, quella col prosciutto o la pancetta risale al 1450 circa: già allora questi legumi erano considerati un piatto prelibato. I piselli freschi figurano in molte ricette regionali italiane, di solito come piatto di mezzo o guarnizione, oppure come componente di primi piatti tipici, quali le paste asciutte o il famoso risi e bisi (riso e piselli) veneto.

In Francia sono apprezzati, specie se uniti a poche foglie di lattuga e cotti al burro: le creme e le zuppe prendono il nome di Saint-Germain o Clamart. Comunque questi legumi figurano praticamente in tutte le cucine, compresa la cinese.

Photo Gallery